Presentato lo short movie “Artes”, progetto speciale voluto da Cuoio di Toscana, che vede Ermal Meta protagonista di un cammeo musicale

Nella splendida cornice del Teatro Odeon di Firenze, Cuoio di Toscana, il consorzio che riunisce le sette più importanti aziende produttrici di cuoio da suola, ha presentato in anteprima “Artes”, uno short movie che vede, tra gli attori, un ospite d’eccezione: Ermal Meta.

Il cantautore, trionfatore insieme a Fabrizio Moro nel 2018 al Festival di Sanremo, è infatti protagonista di uno speciale cammeo musicale cantando anche il brano “Quello che ci resta”.

Ermal Meta, tra gli special guests della serata di gala, ha regalato a tutti i presenti momenti di pura magia grazie all’esclusiva performance che lo ha visto eseguire, dal vivo e unplugged, alcuni dei  suoi più celebri e apprezzati brani.

Lo short movie nato da un’idea di Michele Pecchioli, creative director di Aria Advertising, e diretto da Stefano Lodovichi, giovane ed innovativo regista, vede tra i protagonisti, oltre ad Ermal Meta, altri due personaggi di grandissimo spessore, rappresentanti vere e proprie eccellenze italiane: Roberto Ugolini, uno tra i più noti artigiani della scarpa su misura, e Fabrizio Poletti, il celebre liutaio che, utilizzando il legno delle botti esauste, produce artigianalmente chitarre utilizzate da  alcuni grandi chitarristi internazionali. La voce narrante è di Camilla Filippi.

In “Artes” si intrecciano tre racconti che accompagnano lo spettatore attraverso un percorso ricco di poesia e musica. Un viaggio fatto di immagini e suoni, che culmina nella scoperta finale di un oggetto prezioso e unico. Una chitarra fatta interamente a mano, resa ancora più preziosa dal rivestimento in cuoio, oggetto in grado di unire la maestria della manifattura italiana all’ arte della musica. A fare da cornice alle riprese del cortometraggio location suggestive e ricche di fascino. Gli spettacolari corridoi degli Uffizi di Firenze, spazi dove l’arte e la bellezza catturano lo sguardo e fanno innamorare. La conceria, il luogo dove nasce il cuoio da suola firmato Cuoio di Toscana, la materia prima che, tra tradizione e innovazione, viene lavorata per poi essere utilizzata dai più
importanti fashion brand internazionali. La “magica” bottega fiorentina di un artigiano che produce scarpe da uomo, il laboratorio in cui la materia prende vita e fornisce la base per calzature uniche e preziose.

La serata ha vissuto un altro momento suggestivo, sempre dedicato all’arte e alla musica: la presentazione delle opere uniche realizzate da Cuoio di Toscana in collaborazione con un altro grande artista delle arti figurative, Milo Manara. Questa collaborazione ha  portato alla produzione di sette meravigliose illustrazioni che ritraggono sette donne affascinanti, riprodotte direttamente sui gropponi di cuoio. Ogni donna raffigurata ha un carattere, un’identità ispirata da un particolare genere musicale, un altro modo per rendere ancora una volta omaggio a questa splendida arte.
Ciascuna di queste opere e il genere musicale che le ha ispirate ha fornito la base per la creazione di particolari finiture artistiche sul cuoio, realizzate dalle sette concerie che fanno parte del Consorzio.

Durante l’evento ampio spazio è stato dedicato al tema della difesa della donna contro violenze e discriminazioni di genere, una battaglia che vede Cuoio di Toscana impegnato in prima linea e sul territorio, grazie soprattutto allo sviluppo del progetto #INPIEDIPERTUTTE, lanciato lo scorso gennaio.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...