SANREMO 2020: INTERVISTA CON MARCO MASINI, IN GARA CON “IL CONFRONTO”: “L’immagine piu’ bella dei miei 30 anni di carriera è l’abbraccio di mio padre quando tornai dal primo Festival di Sanremo”

Il 2020 è un anno importante per Marco Masini: celebrerà 30 anni di carriera artistica e prenderà parte al 70° Festival di Sanremo con il brano “Il confronto”, da lui scritto con Federica Camba e Daniele Coro, contenuto nell’album “Masini +1, 30th Anniversary” in uscita il 7 febbraio per Sony Music.

“Il confronto” è uno dei 4 inediti del disco che contiene anche 15 suoi grandi successi reinterpretati con artisti amici quali Eros Ramazzotti, Giuliano Sangiorgi, Ermal Meta, Umberto Tozzi, Ambra Angiolini, Luca Carboni, Francesco Renga, Modà, Nek, Gigi D’Alessio, Jovanotti, Annalisa, Bianca Atzei, Giusy Ferreri, Fabrizio Moro, Rita Bellanza.

Nella serata speciale del Festival, giovedì 6 febbraio, Marco Masini sarà accompagnato sul palco da Arisa e interpreterà “Vacanze Romane” dei Matia Bazar.

Da aprile l’artista, che ha vinto due volte il Festival di Sanremo, la prima nel 1990 tra i Giovani con “Disperato”, la seconda tra i Big nel 2004 con “L’uomo volante”, sarà in tour nei principali teatri italiani ed europei e il 20 settembre sarà protagonista sul palco dell’Arena di Verona per un concerto-evento con tanti ospiti.

Marco, questa è la tua nona partecipazione in gara al Festival di Sanremo, con quale approccio ti appresti a calcare il palco dell’Ariston? 

“Con un approccio nuovo perchè Sanremo è cambiato, la vita è cambiata, il mio modo di scrivere si è trasformato e rappresenta quello che sono adesso. Tutte le volte che parti per un’avventura del genere non sai mai cosa succederà. Quindi al di là della gara, della competizione, mi piace mettermi alla prova per avere stimoli nuovi e ricominciare ogni volta. Questo Sanremo mi servirà per imparare tanto soprattutto dal nuovo mondo musicale e dai giovani”.

Presenterai il brano “Il confronto” che ha un testo molto personale ma che allo stesso tempo porta con sè un messaggio universale legato al guardarsi allo specchio, rivedere la propria vita e magari provare a cambiare anche alcune cose…

“Non necessariamente cambiarle ma accettarle, la cosa importante è riuscire a ritrovarsi per poter dare un senso a tutto quello che si è vissuto, a perdonarsi e stabilire insieme all’altro te stesso un percorso nuovo da iniziare con gli stessi obiettivi, con le stesse ambizioni, senza raccontarsi bugie. Credo possa essere un modo utile anche per affrontare il rapporto sociale con gli altri con piu’ verità e sicurezza”.

Photo Credit Luisa Carcavale _ marcomasini5533 PROMO

credit foto Luisa Carcavale

Nella serata “Sanremo 70” canterai la cover di “Vacanze Romane” dei Matia Bazar insieme ad Arisa. Come mai hai scelto questa canzone?

“E’ una canzone del 1983 che mia madre cantava sempre. E’ scomparsa nel 1984 e il fatto di poter dedicare questo brano a lei che sento con me ogni minuto e farlo con un’artista come Arisa dotata di una tale dolcezza e purezza, oltre che di una voce eccezionale credo possa essere una motivazione importante. Ho sempre cercato un motivo nella scelta delle cover e devo dire che ho fatto lo stesso con “Signor Tenente” che secondo me era un pezzo da riscoprire e riascoltare per il messaggio, per il linguaggio, per tutto quello che Giorgio Faletti ha regalato all’Italia artisticamente e umanamente”.

Nel disco “Masini +1, 30th Anniversary” hai coinvolto quindici colleghi e amici, da artisti giovani come Ermal Meta, Annalisa e Bianca Atzei ad altri che come te hanno una solida carriera alla spalle come Eros Ramazzotti, Gigi D’Alessio, Jovanotti, Umberto Tozzi…

“Quando festeggi un compleanno inviti gli amici e ti portano un regalo sempre diverso e fatto con il cuore. Ho trovato un grande affetto da parte di tutti, non avevo dubbi su questo, quello che mi ha sorpreso è che artisti così importanti come Eros, Jovanotti, Giuliano o Ermal che è anche un grande musicista, mi abbiano dato carta bianca nella produzione e si siano fidati completamente di me e del mio essere musicista. Questa cosa mi ha gratificato e mi ha fatto vincere un’altra sfida, perchè alla fine sentirsi stimato sotto questo aspetto è una soddisfazione”.

Trent’anni di carriera, qual è l’immagine piu’ bella che ti viene in mente?

“L’abbraccio di mio padre quando tornai dal primo Festival di Sanremo nel 1990. Lui non credeva al fatto che si potesse vivere di musica ma mi esortava a cantare perchè pensava che avessi una voce particolare e talmente rotta che avrebbe potuto in qualche maniera entrare nel panorama italiano perchè se rapportata a un mondo preciso avrebbe rappresentato bene un certo tipo di sfogo. In questo mio padre è stato un veggente, quando lui mi diceva di fare il cantautore io rispondevo: l’autore sì ma il cantante non lo so. Poi ci fu una combinazione di fatti che mi portò a cantare in un pianobar perchè si ammalò il cantante di una band e quindi da lì ho iniziato a crederci e tornando con la Palma d’Oro in mano, tanta carica addosso e un Festival vinto con la canzone “Disperato” mio padre mi venne incontro con le lacrime agli occhi. E’ un’immagine che porto sempre dentro di me”.

Il 20 settembre sarai in concerto all’Arena di Verona. Cosa rappresenta per te quel palco?

“Fare un concerto all’Arena è un sogno che si avvera dopo trenta anni di carriera e credo sia merito di tante cose, di un repertorio scritto insieme ad uno dei piu’ grandi autori e produttori italiani come Giancarlo Bigazzi, della volontà di sacrificarmi e di dare sempre priorità al lavoro e anche della collaborazione di tutti coloro che hanno lavorato per far sì che potessi realizzare questo progetto”.

Cover digipack_b

Questa la tracklist di “MASINI +1, 30TH ANNIVERSARY”: Il confronto (inedito); La parte chiara (inedito), Non è così (inedito); Disperato – feat. Eros Ramazzotti; Ci vorrebbe il mare – feat. Giuliano Sangiorgi; Cenerentola innamorata – feat. Ermal Meta; Perché lo fai – feat. Umberto Tozzi; Ti vorrei – feat. Ambra Angiolini; Vaffanculo – feat. Luca Carboni; T’innamorerai – feat. Francesco Renga; Bella stronza – feat. Modà; Principessa – feat. Nek; Lasciaminonmilasciare – feat. Gigi D’Alessio; L’uomo volante – feat. Jovanotti; Io ti volevo – feat. Annalisa; Che giorno è – feat. Bianca Atzei; Spostato di un secondo – feat. Giusy Ferreri; Tu non esisti – feat. Fabrizio Moro; Fra la pace e l’inferno (inedito) – feat. Rita Bellanza.

di Francesca Monti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...