Ultimato il varo della diciannovesima campata d’acciaio del nuovo ponte di Genova. Il Premier Conte: “Questo è il cantiere dell’Italia che sa rialzarsi, che non si lascia abbattere”

A poco meno di due anni dal tragico crollo del Ponte Morandi, avvenuto il 14 agosto 2018, in cui hanno perso la vita 43 persone, questa mattina, sotto la pioggia battente, è stato ultimato il varo della diciannovesima campata d’acciaio del nuovo ponte della città della Lanterna, lungo 1067 metri e ideato da Renzo Piano, alla presenza del Premier Giuseppe Conte e del Ministro delle Infrastrutture Paola De Micheli. Per la costruzione del viadotto sono state usate 17.500 tonnellate di acciaio.

EWrrpVkWsAET4ru

“La mia presenza qui oggi è testimonianza del fatto che lo Stato non ha mai abbandonato Genova. Quindi questa presenza è doverosa, ma sono qui anche con grande piacere perché oggi noi suturiamo una ferita, perché ricongiungiamo una fondamentale arteria di comunicazione al centro, nel cuore di questa comunità e di questa città. Però siamo anche consapevoli che questa ferita non potrà essere completamente rimarginata perché ci sono 43 vittime e noi non dimentichiamo anche il dolore di questa comunità, in particolare dei familiari”, ha dichiarato il Premier Conte. Quindi anche oggi che è una giornata speciale, particolare, noi non dimentichiamo come pure siamo consapevoli che i giudizi di responsabilità che nascono da quella tragedia non si sono ancora completati e devono completarsi. Traiamo anche un’esperienza, la ministra De Micheli lo ha detto, da questa tragedia. Siamo consapevoli di tante cose e ci stiamo impegnando al massimo perché tragedie del genere non abbiano più a ripetersi. Io credo che sia possibile parlare di miracolo senza enfasi perché c’è il lavoro di tanti qui. Questo progetto si compie oggi in estrema rapidità perché c’è stata l’autorità pubblica che ha fatto il suo dovere, ci sono stati i progettisti – vorrei ricordare in particolare Renzo Piano che aveva la possibilità di disegnare questo bellissimo ponte e tra l’altro l’ha fatto gratuitamente -, chi aveva la possibilità di partecipare a questo progetto e offrire le proprie competenze la propria abnegazione per realizzarlo il più speditamente possibile lo ha fatto ed è stato partecipe di questo progetto. Quindi oggi siamo qui, c’è una rappresentanza di tutte le donne e gli uomini di questa comunità laboriosa di operai, tecnici, progettisti, capi cantieri, ingegneri e architetti. Dobbiamo ringraziarli tutti, ciascuno ha fatto il compito e ha consentito oggi di rispettare i tempi che più o meno c’eravamo ripromessi, tempi brevissimi. Addirittura siamo nei tempi che c’eravamo ripromessi e tra poco torneremo anche per l’inaugurazione perché questo progetto è pressoché completo. E poi c’è, dicevo, anche una portata simbolica perché questo è un cantiere simbolo, non solo per Genova, per la Liguria, ma per L’Italia intera. E’ Il cantiere dell’Italia che sa rialzarsi, il cantiere dell’Italia che si rimbocca le maniche, dell’Italia che non si lascia abbattere, non si lascia sopraffare neppure da una tragedia così. E’ l’Italia che mette insieme le proprie competenze, il proprio spirito di sacrificio, il proprio senso del dovere, il proprio senso di responsabilità. E tutti insieme, ciascuno fa la propria parte e porta a casa un risultato straordinario”.

Il commissario per la ricostruzione del ponte e sindaco di Genova Marco Bucci ha dichiarato: “Il ponte non è finito ma oggi celebriamo il ricongiungimento delle due parti della valle di Ponente e di Levante. Ci ricorderemo per sempre delle 43 vittime”.

“Credo che il ponte di Genova sia anche il simbolo di un’Italia che ce la fa a ripartire”, ha detto il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti.

Nella notte le pile del nuovo ponte sono state illuminate con il tricolore che ha riunito simbolicamente la Val Polcevera.

F.M.

credit foto Twitter Giovanni Toti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...