CALCIO: Andrea Rinaldi, centrocampista dell’Atalanta, in prestito al Legnano, si è spento a soli 19 anni

Una notizia drammatica ha sconvolto il mondo del calcio. Andrea Rinaldi, centrocampista dell’Atalanta, in prestito al Legnano, si è spento a soli 19 anni all’ospedale di Varese dov’era stato ricoverato lo scorso venerdì in condizioni disperate.

Il giovane calciatore è stato colpito da un aneurisma cerebrale durante una seduta di allenamento casalingo nella propria abitazione di Cermenate (Co).

Cresciuto nelle giovanili dell’Atalanta, dove ha fatto l’intera trafila, ha giocato nel Mezzolara in serie D, esordendo poi nell’Imolese in Serie C. Quindi era approdato al Legnano lo scorso anno mostrando tutto il suo talento nel ruolo di mezzala.

A dare la triste notizia della scomparsa di Andrea Rinaldi è stato il Legnano con una nota stampa sul suo sito:

“L’AC Legnano, il mondo lilla, la città e l’intero universo calcistico, a tutti i livelli, oggi vivono uno dei loro giorni più sconvolgenti. Andrea Rinaldi, il nostro guerriero, ci ha lasciato. Un aneurisma lo ha strappato alla vita a 20 anni non ancora compiuti, nel fiore degli anni, con una vita davanti e con una carriera che prometteva traguardi luminosi. Una tragedia improvvisa e sconvolgente, impossibile anche solo da immaginare”.

Anche l’Atalanta ha espresso il suo cordoglio e la vicinanza alla famiglia del giovane calciatore attraverso un comunicato:

“Il Presidente Antonio Percassi e tutta la famiglia Atalanta, profondamente colpiti, partecipano commossi al dolore dei familiari e dell’A.C. Legnano per la scomparsa di Andrea Rinaldi.

Andrea ha vestito la maglia nerazzurra da quando aveva 13 anni fino alla Primavera, contribuendo con l’U17 nel 2016 alla conquista dello Scudetto e della Supercoppa, per poi proseguire la sua carriera nell’Imolese, nel Mezzolara e in questa stagione nel Legnano. Sempre disponibile e positivo, sapeva farsi ben volere da tutti.

Così come in campo eri sempre l’ultimo ad arrenderti, anche stavolta hai lottato con tutte le tue forze per non volare via troppo presto. Ma quel tuo sorriso gentile resterà sempre vivo nel cuore di chi ha avuto la fortuna di conoscerti. Ciao Andrea…”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...