Domenica 31 maggio, alle 21.20 su Rai3, va in onda l’ultima puntata dell’edizione primaverile di Un giorno in pretura

Domenica 31 maggio, alle 21.20 su Rai3, va in onda l’ultima puntata dell’edizione primaverile di Un giorno in pretura.
Giuseppe Bigella si è autodenunciato per l’uccisione di Marco Erittu e trascina con sé Mario Sanna, agente penitenziario modello, un detenuto a un passo dalla libertà, Nicolino Pinna, e Pino Vandi, da lui definito boss del carcere di San Sabastiano. Ma quello di Bigella è un vero pentimento, o un terribile caso di simulazione e mitomania? Dopo due gradi di giudizio ancora alla domanda non c’è una risposta definitiva.
Nella seconda parte ci si sposta ad Alessandria, rione Cristo. In un caldo pomeriggio dell’estate 2016 un ingegnere viene trovato morto nella mansarda dell’abitazione della compagna. Il corpo è appeso a un palo, una catena intorno al collo, calze a rete, unghie smaltate. Viene accusata di omicidio preterintenzionale la donna con cui ha una relazione da più di dieci anni. Che si giustifica raccontando in aula di un gioco erotico finito male.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...