In prima tv assoluta su Italia 1 nuovo appuntamento con “Lincoln Rhyme: caccia al collezionista di ossa”

Dopo l’ottimo debutto della scorsa settimana continua l’appuntamento con “Lincoln Rhyme: caccia al collezionista di ossa”, la serie USA targata NBC ispirata al best seller di Jeffery Deaver, martedì 1° settembre in prima visione assoluta su Italia 1 con tre nuovi episodi.

La fabbrica dei corpi
L’indagine si svolge all’interno della “Fabbrica dei corpi”, un centro di ricerche specializzato nello studio degli effetti dei fattori ambientali sulla decomposizione. Un ragazzo viene ucciso a pochi metri dal cadavere di sua madre, che aveva donato il corpo alla ricerca. Risolto il caso, Lincoln incontra un pompiere afflitto dalla sua stessa menomazione, che lo convince a uscire dal suo appartamento e tornare sulle strade di New York.

Le regole del gioco
Il collezionista di Ossa è a New York. Uccide un ex professore di Lincoln e lascia sulla scena del crimine indizi che hanno a che fare con il passato del Detective. Lincoln Rhyme la prende come una sfida personale, e per questo si scontra con il resto della squadra. Alla fine capirà che lavorare con gli altri lo avvicina più rapidamente alla soluzione finale e sfida il Killer a un nuovo gioco, con nuove regole.

Finché morte non ci separi
La squadra di Lincoln Rhyme deve indagare sull’omicidio di una donna. Tutti gli indizi indicano come colpevole il marito della vittima, ma i due coniugi sono entrambi vecchi amici di Lincoln, che rifiuta di credere all’ipotesi dell’uxoricidio e scopre diversi delitti analoghi, commessi con le stesse modalità. Nel frattempo, Danielle, la moglie del Collezionista, trova alcune foto degli omicidi del Killer nascoste in casa e ne parla col marito.

La serie ruota intorno alle indagini per catturare il serial killer chiamato “Il collezionista di ossa. Protagonista è il genio della criminologia forense della polizia Lincoln Rhymes (Russell Hornsby, già in “Grimm”), diventato tetraplegico proprio durante l’ultima caccia al noto assassino. Ad aiutarlo nell’impresa Amelia Sachs (Arielle Kebbel, già in “The Vampire Diaries”), una giovane agente del New York Police Department che soffre della sindrome post traumatica da stress da quando ha assistito al brutale omicidio dei suoi genitori.
Oltre alle indagini, il perno del racconto è il rapporto tra Rhyme e Sachs: i due infatti non potrebbero essere più diversi. Amelia crede che il fattore umano, le persone e le loro emozioni abbiano molto da offrire per risolvere un mistero o un caso, mentre Lincoln pensa solo agli indizi materiali. Lavorando insieme incarneranno il detective perfetto.
Gli ostacoli psicologici che il protagonista dovrà affrontare sono rappresentati dai suoi difetti, come l’orgoglio e l’arroganza che, in passato, hanno causato la sua rovina. Dovrà imparare a smussare gli angoli del suo carattere, non solo per poter catturare “Il collezionista di ossa” ma per tenere al sicuro sé stesso, la sua famiglia e i membri della sua squadra. Amelia non ha paura di affrontare Lincoln, che alla fine capirà di avere, anche lui, dei punti deboli.

La coppia di investigatori si troverà coinvolta in un gioco mortale con “Il collezionista di ossa”, ma come si fa a catturare un serial killer psicopatico che sembra essere sempre un passo avanti?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...