IL PROGRAMMA DI DOMENICA 25 OTTOBRE DEL FESTIVAL DELLA SCIENZA DI GENOVA

Prosegue domenica 25 ottobre, la diciottesima edizione del Festival della Scienza di Genova, che inaugura un format innovativo per garantire in tempi di Covid-19 un’ampia offerta di altissima qualità per appassionati di scienza, famiglie e mondo della scuola sia in presenza sia a distanza. Nella prima domenica di Festival della Scienza in programma 13 conferenze in live streaming, un evento speciale e una conferenza spettacolo: Architetture in superficie (ore 10.30), I semi del futuro (ore 11), Il libro di Leonardo (ore 11), Racconti di scienza (ore 11 e 15), Svelare i segreti dell’Universo con i neutrini (ore 11), Pitagora, il padre di tutti i teoremi (ore 15), Quello che gli occhi non vedono (ore 15.30), Rosetta – Il cacciatore di comete (ore 15.30), Gli strumenti di Paganini (ore 17), Il cervello elettrico (ore 17), Alimenti tra le onde (ore 18), L’infinito gioco della scienza (ore 18.30), Prevenzione e terapie per le prossime emergenze (ore 18.30), 100 Rodari: prove ed errori (ore 21) e Forme ottimali e motivi nella dinamica delle popolazioni (ore 21). In aggiunta al programma online di conferenze sono aperte dalle 10 alle 19 le 21 mostre e i 22 laboratori, i cui orari sono disponibili su www.festivalscienza.it.

IL PROGRAMMA DI CONFERENZE IN STREAMING PER APPASSIONATI E FAMIGLIE DI DOMENICA 25 OTTOBRE

Apre la giornata di domenica Architetture in superficie (ore 10.30), con Franca Cailò, Caterina Lazzari ed Elena Marchetti a parlare delle superfici a onda nell’architettura. L’importanza della genetica delle piante e dei Semi del futuro per una produzione agricola più sostenibile è invece analizzata da Michele Morgante e Caterina Visco alle ore 11. Di algoritmi e fumetti tratta la conferenza Il libro di Leonardo (ore 11), sulla storia del celebre matematico Leonardo Pisano, detto Fibonacci, vista con gli occhi e la matita della fumettista e illustratrice scientifica Claudia Flandoli. Insieme a lei, conversano i matematici Roberto Natalini e Andrea Plazzi. Alle 11 e alle 15 alla Biblioteca universitaria di Genova Multiversi, in collaborazione con Biblioteca Giovanni Colonna, mette in scena uno science show per immergersi nel mondo dei racconti di Gianni Rodari dal titolo Racconti di scienza. Alle 11 Takaaki Kajita, fisico giapponese vincitore del Premio Nobel nel 2015 per la scoperta delle oscillazioni del neutrino, racconta i retroscena sulla comprensione di questo fenomeno in Svelare i segreti dell’Universo con i neutrini. Della figura fuori dal comune di Pitagora raccontano Umberto Bottazzini e Luca Balletti in Pitagora, il padre di tutti i teoremi, al via alle ore 15. Di nuove tecnologie per guardare sempre più nel dettaglio materiali e strutture biologiche parlano Alberto Diaspro e Gabriele Beccaria in Quello che occhi non vedono (ore 15.30). In contemporanea, Paolo Ferri racconta in live streaming l’avventura che ha portato una sonda su una cometa in Rosetta – Il cacciatore di comete.

Di onde sonore tratta la conferenza Gli strumenti di Paganini (ore 17) con Giorgio Dillon, professore di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali dell’Università di Genova, Michele Trenti, curatore scientifico del Paganini Genova Festival e con la violinista Teresa Valenza, in live streaming e in presenza al Teatro della Gioventù. Le neuroscienze rappresentano una materia nella quale la multidisciplinarietà è un elemento cruciale, come spiega Simone Rossi (ore 17) durante presentazione del suo Il cervello elettrico. Alle 18 Umberto Curti e Paola Minale si soffermano invece su storia, opportunità e rischi dei prodotti del mare in Alimenti tra le onde. Mai come oggi, nonostante le fake news e la mancanza di argomenti che a volte dominano il dibattito pubblico, la ricerca scientifica è stata così forte e affidabile: Edoardo Boncinelli e Antonio Ereditato ne analizzano i meccanismi in L’infinito gioco della scienza (ore 18.30). Sempre alle 18.30 si approfondisce Prevenzione e terapie per le prossime emergenze con il professore ordinario di patologia generale dell’Università di Milano Sergio Abrignani, con Direttore del Dipartimento SANV dell’Istituto Superiore di Sanità Umberto Agrimi e con il Professore Associato dell’Università di Bari Aldo Moro Maria Chironna. Modera Eva Benelli. La non fallibilità della ricerca scientifica è la protagonista della conferenza-spettacolo delle 21 (Sala delle Grida di Palazzo della Borsa e live streaming) 100 Rodari prove ed errori con Pietro Balatti, Stefano Camera, Eleonora Casetta, Manuela Cavallaro, Alberto Diaspro, Giulia Maffei, Michela Milani, Giorgio Scaramuzzino e Margherita Toma. L’estrema fluidità della matematica permette infine di spiegare le dinamiche delle popolazioni sulla base dei principi delle forme ottimali, di cui parlerà Susanna Terracini dalle ore 21.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...