Casadilego, vincitrice di X Factor 2020: “Sto vivendo un sogno. Nella mia vita voglio fare musica e non mi interessa che col tempo possa rischiare di venire dimenticata”. Le dichiarazioni di Little Pieces of Marmelade, Blind e N.A.I.P.

“Sto vivendo un sogno. Siamo stati dei privilegiati nel poter partecipare al talent in un periodo così strano e surreale. Nel mio futuro c’è una lezione di otto ore di sola tecnica con il mio insegnante di musica“, con queste parole Casadilego ha commentato la vittoria della 14a edizione di X Factor, la cui finale è andata in onda su Sky il 10 dicembre.

La talentuosa cantautrice dai capelli blu è stata autrice di un percorso di continua crescita artistica all’interno del programma che ha convinto pubblico e giudici fin dal primo ascolto:La musica è fondamentale per la mia sopravvivenza, non ho ancora realizzato cos’abbia significato  viverla in questo modo, non più intimo ma con milioni di persone, in un periodo difficile per tutti, ma penso che abbiamo portato con le nostre canzoni un po’ di leggerezza ed emozione. La vittoria è dedicata al team Under Donne, a Manuelito (Hell Raton), a Slait e a Machete che hanno reso questa esperienza meravigliosa”.

Casadilego ha solo 17 anni ma le idee ben chiare sul suo futuro: “La mia vita musicale non inizia adesso ma dieci anni fa, a prescindere dall’età e dal programma non ho paura di “morire” musicalmente parlando, perchè mi interessa relativamente tutta questa corrispondenza social e televisiva, io voglio fare musica e non mi interessa che col tempo possa rischiare di venire dimenticata. I miei genitori sono entrambi musicisti, ho iniziato a studiare pianoforte classico con il mio padrino Peppino quando avevo 5 anni, ho fatto parte di un coro di voci bianche di Teramo che mi ha formato vocalmente, musicalmente e umanamente. Tutta la mia famiglia e i nostri amici sono artisti, ho sempre vissuto in questo ambiente e non immagino una vita quotidiana con persone che non facciano musica”.

La cantautrice e polistrumentista abruzzese (sa suonare benissimo piano e chitarra) in questa edizione di X Factor è stata associata anche ad un tema molto attuale come quello del body shaming: “Quando Emma mi ha detto “vorrei prestarti i miei occhi per farti capire quanto è bello guardarti da fuori” mi sono commossa. Lei è una persona dal cuore grande e quell’intervento sul body shaming mi ha emozionata ma poi quel momento è stato ingigantito in maniera folle. E’ stato colto dalle telecamere un mio momento di down ma in realtà sono super body positivity, amo il mio corpo e quello degli altri e non vorrei venisse sollevata una questione relativa alla mia immagine, perché è l’ultima cosa di cui mi importa”.  

Al secondo posto si sono piazzati i Little Pieces of Marmelade: “Manuel Agnelli è stato fondamentale per noi, ci ha dato quell’upgrade in più insieme a Rodrigo D’Erasmo. Non abbiamo mai pensato di poter vincere, già arrivare in finale era un sogno e siamo felici anche del secondo posto. Cantare i tre brani inediti e suonare il più possibile è stata già una vittoria per noi. Dobbiamo ancora renderci bene conto di quello che è successo. Ci sono arrivati tanti video di persone che suonavano la nostra canzone e speriamo che un po’ ritorni quell’onda del suonato. Con Manuel abbiamo deciso che dopo un periodo di stacco ci organizzeremo per il lavoro da fare prossimamente”.

Terzo classificato il rapper Blind: “Il disco d’oro con Cuore nero è un sogno perchè vuol dire che la gente ha apprezzato il mio lavoro e ha ascoltato il brano. Con Emma siamo ormai “congiunti”, abbiamo lavorato insieme ogni giorno per due mesi ed è nato un rapporto fraterno. Mi sono aperto al pubblico, grazie alla mia coach che mi ha trasmesso quella tranquillità per levarmi la corazza e mostrarmi per quello che sono e vedere bambini e genitori che mi scrivono e che mi fanno i complimenti è bellissimo. E’ stato un anno difficile per tutti e arrivare a fare una finale seguita da tanti spettatori è stato comunque fantastico. Il disco d’oro è un punto di arrivo ma anche di partenza per il mio percorso. Ho altri brani già pronti, scritti nel mese di agosto e non vedo l’ora di pubblicarli”.

Quarto classificato l’istrionico N.A.I.P.: “Lungo tutto questo percorso compresso temporalmente non mi sono reso conto di tante cose ma ho continuato a fare il mio discorso artistico e sono felice che sia stato apprezzato tanto da essere arrivato in finale. C’è stato uno switch soprattutto dal terzo live in poi quando ho fatto il mio secondo inedito e ho dimostrato di saper scrivere anche canzoni e c’è stata una differente percezione da parte mia di quello che stava accadendo. Con Elio è nata subito questa empatia come se ci conoscessimo da tempo e siamo riusciti a fare una performance colorata. Con Mika mi sono divertito e ho imparato molto da lui”.

di Francesca Monti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...