Mercoledì 23 dicembre, in prima serata su Canale 5, al via la nuova serie “Fratelli Caputo”, che vede protagonisti Nino Frassica e Cesare Bocci

Mercoledì 23 dicembre, in prima serata su Canale 5, al via la nuova serie “Fratelli Caputo”, che vede protagonisti Nino Frassica e Cesare Bocci.

La serie tv, prodotta da Ciao Ragazzi! con il sostegno della Apulia Film Commission, è una inedita serie comedy ideata da Valentina Capecci e diretta da Alessio Inturri.

Nel cast troviamo Nino Frassica, Cesare Bocci, Sara D’Amario, Aurora Quattrocchi, Andrea Vitalba, Giorgia Boni, Giancarlo Commare, Carmela Vincenti, Francesco Guzzo, Riccardo De Rinaldis, Riccardo Antonaci, Daniele Pilli, Fabrizio Buonpastore, Rossana Ferrara, Mimmo Mancini, Anna Teresa Rossini, con la partecipazione straordinaria di Red Canzian. 

“Fratelli Caputo” è la storia di un rapporto di amore/odio e di un eterno conflitto tra due fratellastri, Nino (Nino Frassica) e Alberto (Cesare Bocci) che si conoscono per la prima volta a distanza di cinquant’anni.
Sono entrambi figli di Calogero Caputo, rimpianto sindaco di Roccatella che nel paesino siciliano aveva sposato Agata (Aurora Quattrocchi) e avuto il suo primo figlio, Nino. Calogero, però, durante un viaggio di lavoro a Milano aveva conosciuto Franca (Anna Teresa Rossini) e da lei aveva avuto il secondo figlio, Alberto (Cesare Bocci), abbandonando così la famiglia siciliana.

Nino è cresciuto così senza padre, con la ferita di un abbandono che la madre non ha mai cercato di attenuare ma che ha acuito, manifestando continuamente il suo odio per il marito fedifrago e peccatore.
Alberto, al contrario, ha avuto un padre, una famiglia felice e una formazione universitaria, tutto quello che a Nino è stato negato.
Sulla scia dell’esperienza paterna, Alberto arriva a Roccatella per candidarsi come sindaco ma ben presto invade la vita di Nino. Scopre infatti che il casale in cui vivono Agata e il fratellastro è il suo e li costringe a una convivenza forzata, portando con sé tutta la sua famiglia milanese: la moglie Patrizia (Sara D’Amario), la figlia Barbara (Giorgia Boni), i figli Andrea (Riccardo de Rinaldis) e Giacomo (Riccardo Antonaci).

Ed è così che parte questa storia di amore e odio: con la candidatura di Alberto e quella, conseguente, di Nino che lo sfida, sicuro di vincere e di rispedire, in questo modo, il fratellastro a Milano.
Inaspettatamente il paese volta le spalle a Nino e assegna la vittoria ad Alberto e tra i due fratellastri ogni motivo è buono per battibeccare su questioni politiche, temi sociali, soluzioni legali o meno che, oltre a manifestare approcci diversi alla vita e alla comunità, nascondono rancori inespressi che man mano esploderanno.

Il Primo cittadino presto si ritrova alle prese con gravose e non trascurabili questioni che coinvolgono il paese ma anche la sua famiglia che a Roccatella proprio non ci vuole restare. Soprattutto visto che quella che inizialmente doveva essere una convivenza “provvisoria” sembra essere diventata definitiva.

Nino e Agata non rendono la coabitazione facile ma Giacomo, il figlio più piccolo di Alberto e Patrizia, riuscirà ad aprire una breccia nel cuore dell’anziana donna, mentre Barbara, la figlia ribelle, troverà una speciale complicità in Nino per organizzare un piano che la faccia tornare definitivamente a Milano.

E poi arriverà Andrea, il primogenito di Alberto e Patrizia, che studia in Spagna e sembra destinato a seguire le orme paterne. Da mesi però, all’insaputa di tutti, Andrea non sostiene esami all’università perché vuole diventare un cantautore e proprio Nino lo capirà e andrà in aiuto del ragazzo.

Quando in Sicilia si presenta anche Franca, la mamma di Alberto contraria alla scelta del figlio di candidarsi a Roccatella e ignara di trovare tutta la famiglia nel casale insieme alla sua acerrima rivale, l’incontro/scontro tra le due donne porterà alla luce fatti del passato che coinvolgeranno i rispettivi figli.
Calogero è stato davvero un ottimo padre per Alberto? Ha davvero lasciato Agata per restare con Franca? Cosa hanno nascosto le due donne?
Le certezze di Nino vacilleranno e, forse, per questo scapolo legato solo alla mamma da troppi sensi di colpa, si apriranno nuove prospettive.

Questo slideshow richiede JavaScript.

credit foto Ufficio Stampa Mediaset

PERSONAGGI

NINO CAPUTO, IMPRESARIO (Nino Frassica)
Nino è un artista a cui la vita non ha concesso la giusta opportunità: oggi è un agente che organizza e si esibisce in spettacoli per i festival del suo paese natio, Roccatella, borgo siciliano a due passi dal mare.
É un eterno scapolo, forse anche per un legame troppo stretto con la madre Agata, che lo ha cresciuto da sola dopo che il padre Calogero li ha abbandonati quando Nino era solo un bambino per farsi una nuova vita a Milano.
Simpatico, intelligente, ironico e intuitivo, ama Roccatella e la madre: farà di tutto per proteggerla dai parenti usurpatori arrivati da Milano. Solo quando scoprirà delle verità taciute da Agata, si apriranno per lui nuove possibilità di emancipazione e liberazione dai sensi di colpa.

ALBERTO CAPUTO, SINDACO (Cesare Bocci)
Uomo pieno di charme ed eleganza, è brillante, colto, deciso a lanciarsi nella carriera politica: il trampolino di lancio sembra essere l’amministrazione di Roccatella, il paese d’origine di suo padre, che ne fu anche un apprezzato sindaco.
Crede che le vecchie ferite si siano rimarginate, che Agata e Nino saranno contenti di conoscerlo, ma trova una fortissima ostilità ancor prima di vincere le elezioni.
Diventato sindaco, dovrà fare continuamente tesoro del suo buon senso per sopportare le angherie e le scorrettezze del fratellastro. Si insedia animato dalle migliori intenzioni di rinnovamento, efficienza e modernità, il neo-sindaco non conosce le peculiarità delle realtà locali.

PATRIZIA, MOGLIE DI ALBERTO (Sara D’Amario)
Milanese doc, spaventata dalla trasferta a Roccatella, Patrizia decide di restare al fianco di Alberto quando, vinte le elezioni, il marito le chiede di rimanere con la famiglia almeno per il periodo estivo. Snob e raffinata, cerca di adattarsi alla condizione di first lady e, tra momenti di sconforto e spaesamento, riesce faticosamente a tenere insieme la sua famiglia e a trovare un modo per non sentirsi più estranea in paese.

AGATA, MAMMA DI NINO (Aurora Quattrocchi)
Gelosa del figlio, lo allontana da qualunque tentazione femminile e lo tiene legato a sé facendo leva sul classico senso di colpa. Nino la subisce e così, nonostante la sua non più giovane età, la asseconda e la rende felice cancellando dalla sua vita l’opportunità di “prendere moglie”.
Agata è una donna forte e inaspettatamente il suo cuore si addolcirà quando conoscerà e stringerà un autentico legame con il piccolo Giacomo Caputo, figlio di Alberto e Patrizia. Subirà la tardiva “crescita” di Nino quando questi scoprirà una importante verità sui genitori.

CARMELA, PLURIVEDOVA (Vitalba Andrea)
Innamorata di Nino, Carmela cerca qualsiasi scusa per andarlo a trovare in agenzia e per aiutarlo. Forse per questo, Agata la tiene lontana da casa sua: a una mamma, certe cose non sfuggono.
Anche Nino la tiene a distanza ma è chiaro che quella disponibilità e quell’affetto sincero di Carmela lo lusingano. Chissà, magari un giorno anche Nino la guarderà con occhi diversi

BARBARA, FIGLIA DI ALBERTO E PATRIZIA (Giorgia Boni)
Barbara è un’adolescente e questo è già un problema. Ma il fatto di sentirsi prigioniera a Roccatella, senza wi-fi, senza spiagge attrezzate, senza amici, peggiora la sua situazione e mette a dura prova la sua già scarsa pazienza. A un suo atto di ribellione pone rimedio Nino e tra i due si sigla un patto: troveranno, insieme, un modo per costringere tutta la famiglia Caputo a tornare a Milano. Il piano fallirà e Alberto la costringe a studiare tutta l’estate per riparare alle sue insufficienze, e questo la farà gradualmente rappacificare il borgo siciliano: a darle lezioni, infatti, c’è Simone, un aspirante attore conosciuto in un contesto ostile, che, invece, si rivela una piacevolissima compagnia.

SIMONE, ASPIRANTE ATTORE (Giancarlo Commare)
Simone è un ragazzo studioso, educato, apparentemente timido, ma ben determinato a realizzare il suo sogno di diventare attore. Per questo si rivolge all’agenzia di Nino per proporgli un suo testo teatrale che vorrebbe anche interpretare. Nino, inizialmente scettico e disinteressato, gli propone un altro ruolo, quello del “tamarro” che Simone dovrà interpretare non in un teatro ma nella vita vera: è parte di un piano con il quale Nino vorrebbe rispedire Alberto e la sua famiglia a Milano, ma la verità viene presto allo scoperto. Simone diventa il “maestro” di ripetizioni di Barbara e da questa frequentazione forzata chissà che non nasca un’amicizia vera.

TURI, TUTTOFARE DI NINO (Francesco Guzzo)
Turi argina i malumori di Nino, cerca di ridimensionare i suoi voli pindarici, prova a tenerlo con i piedi per terra quando cerca soluzioni fantasiose e poco pratiche ai suoi problemi artistici ed economici. Lo sostiene quando decide di candidarsi e lo consola quando perde le elezioni. Per un debito mai saldato, Nino gli concede di vivere gratis nella depandance del casale, diventando così un’altra presenza indesiderata per i milanesi che credevano di avere una casa tutta per loro.

ANDREA CAPUTO, FIGLIO DI ALBERTO E PATRIZIA (Riccardo De Rinaldis)
È il figlio perfetto: diplomato con ottimi voti, frequenta brillantemente la facoltà di Economia per diventare commercialista ed ereditare lo studio del nonno materno. In realtà nasconde un segreto: ama la musica e vorrebbe fare il cantautore. L’unica depositaria di questa verità è la sorella Barbara che, quando lo vede arrivare inaspettatamente a Roccatella, spera sia lì per rivelare questa sua ambizione ai genitori e smettere di perdere tempo con l’università. Per Andrea non è così semplice. Solo Nino si accorgerà del suo talento e lo aiuterà di nascosto a coltivarlo. Alberto e Patrizia, invece, scopriranno per caso la passione di Andrea e non sarà facile, per loro, accettarla.

GIACOMO, FIGLIO DI ALBERTO E PATRIZIA
(Riccardo Antonaci)
Giacomo è il figlio minore di Alberto e Patrizia. È il primo Caputo milanese ad aprire un varco nel cuore di Agata. Con lei instaura un rapporto sincero e la donna, pur simulando disinteresse e fastidio, sarà invece felice di passare del tempo con il piccolo Giacomo.

FRANCA, MAMMA DI ALBERTO (Anna Teresa Rossini)
Franca è la madre di Alberto, la donna per la quale Calogero abbandonò Agata e il piccolo Nino. Non condivide la decisione del figlio di candidarsi proprio a Roccatella, nel luogo che lo costringerà ad incontrare il fratellastro e, soprattutto, Agata. Resta a Milano finché la nostalgia per i nipoti non la spinge a organizzare una visita a sorpresa nel borgo siciliano, ignara di trovare tutta la famiglia in un casale insieme alla sua acerrima rivale. Ma se Calogero scelse lei, perché tutto quest’astio della donna nei confronti di Agata? Cosa hanno nascosto le due donne ai propri figli?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...