Cortina 2021: doppietta per Kriechmayr, ma la medaglia dei rimpianti è per Paris

Doppietta per Vincent Kriechmayr! L’atleta austriaco, partito con il numero 1, conquista la medaglia d’oro anche in discesa libera. Una prova non brillantissima soprattutto nell’ultima parte, ma che è bastata per mantenere dietro il tedesco Andreas Sander per un solo centesimo. Terza medaglia d’argento per i tedeschi che anche in questa gara raccolgono un ottimo risultato su cui pochi avrebbero scommesso.

“Non è stata una gara facile perché ho commesso qualche errore come tutti gli altri favoriti. Non mi aspettavo di restare nel leader corner fino alla fine. Non sempre sono riuscito a lasciar andare gli sci, ma è bastato così. Una doppietta che non dimenticherò mai più.”

Così Vincent Kriechmayr. Al settimo cielo anche Sander.

“Non sono mai salito sul podio in Coppa del Mondo e sono molto contento del risultato. Un po’ di dispiacere c’è per aver perso l’oro per un solo centesimo, ma sono soddisfatto. La nazionale tedesca qui sta andando forte e ne siamo felici.”

Terzo gradino del podio per il favorito Beat Feuz, leader della Coppa del Mondo di specialità che ha commesso qualche errore di troppo nella parte più tecnica.

“Io e Paris abbiamo commesso lo stesso errore nella parte più ripida. Non siamo riusciti a interpretare il passaggio nella maniera migliore, a differenza di quanto fatto nelle prove.
Non si può buttare una medaglia di bronzo, ma non sono soddisfatto e sognavo l’oro. C’è amarezza.”

Ottimo quarto posto a 65 centesimi per Marco Odermatt. Lo svizzero, deluso per la brutta prova in Super G, ha dimostrato il suo talento e la sua forza con una prova solida, cogliendo, quindi, il miglior piazzamento nella specialità.

Alcuni errori prima del salto Vertigine tolgono a Dominik Paris la possibilità di salire sul podio. Una prestazione brillantissima per 4/5 della pista con intermedi eccellenti e una grinta con pochi eguali. E invece… una medaglia di legno che fa male.

“Sbagliare fa parte del gioco, ma in una gara secca non bisogna commettere errori. Ho cercato il limite, ma in gare come queste bisogna essere perfetti dall’inizio alla fine.”

Bene Cristof Innerhofer. Una sesta posizione che lo riconcilia con una pista in cui due anni fa ai Campionati Italiani si ruppe il legamento crociato del ginocchio.

“Ce l’ho messa tutta e ho affrontato la gara come se fosse l’ultima. Ho fatto il meglio possibile e la mia gara è stata ok, anche se qua contano solo le medaglie.”

Ritardo di 97 centesimi e settimo posto finale per il francese Nils Allegre, ottavo il campione uscente Kjetil Jansrud (1.02), nono lo svizzero Carlo Janca (1.08) e decimo a sorpresa il norvegese Henrik Roea (1.10) a pari merito con lo statunitense Bryce Bennett.

Delusione per il campione olimpico di Sochi Matthias Mayer che non ha concluso la prova.

GLI ALTRI ITALIANI

Male Matteo Marsaglia oltre la ventesima posizione. L’atleta romano, dopo un’ottima seconda prova, ha provato a rischiare, ma non è andata bene.

“Le sensazioni non erano buone fin dall’inizio anche perché c’era un po’ di aria e non riuscivo ad accelerare. Ho avuto anche qualche problema di materiali. Abbiamo tolto un po’ troppo filo e non era questo il setup corretto. Mi dispiace perché non ho potuto sciare come so, ma ci ho provato. In occasioni come queste l’importante è riuscire a dare il meglio di sé stessi, ma oggi non ce l’ho fatta.”

Brutta caduta e infortunio al ginocchio sinistro per il nostro Florian Schieder, che si aggiunge a una lunghissima lista di atleti infortunati. Una situazione che ha messo fuori gioco i migliori giovani della nostra nazionale, ma non solo.

Spettacolare caduta del francese Maxence Muxaton che dopo un volo e una rotazione di 360° è rimasto sugli sci. Dopo il traguardo giù anche il tedesco Romed Baumann, che è finito nei materassi pubblicitari.

Appuntamento a lunedì per la combinata alpina maschile e femminile. Speriamo davvero di riuscire a conquistare una medaglia che nella prima settimana di gare ci è sempre sfuggita.

di Simone Zamignan

credit foto Fisi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...