EUROPEI DI NUOTO BUDAPEST 2021: Tris d’oro per l’Italia con Benedetta Pilato, Margherita Panzieri e Simona Quadarella, argento per Alberto Razzetti, bronzo per le staffette 4×100 miste

Nella giornata conclusiva degli Europei di nuoto di Budapest 2021 sono arrivate altre sei splendide medaglie per l’Italia. Ad aprire le danze è stata una strepitosa Benedetta Pilato che dopo aver demolito il record mondiale in semifinale ha vinto l’oro nei 50 rana in 29”35: “Sono contenta. Un po’ me l’aspettavo. Non pensavo invece di nuotare questo tempo. E’ una conferma del record mondiale. Torno a casa abbastanza soddisfatta perché avrei voluto fare meglio nei 100″. Sul podio insieme alla giovanissima campionessa tarantina sono salite la finlandese Ida Hulkko, seconda in 30”19 e la russa Yulia Efimova, terza in 30”22, mentre Arianna Castiglioni ha chiuso sesta.

Margherita Panziera si è invece confermata campionessa europea nei 200 dorso, dopo aver dominato la finale, chiudendo al primo posto in 2’06”06, davanti all’inglese Cassi Wild e all’ungherese Katalin Burian: “Sono veramente felice perchè non pensavo proprio di nuotare un tempo così basso. Questo vuol dire che sto lavorando bene, sono contenta di essere riuscita a gestire una gara così dura, forse potevo badare meno alle avversarie e ancora di più al crono. E’ arrivato comunque l’oro e va benissimo così”.

Il terzo oro della giornata è stato vinto da Simona Quadarella nei 400 stile libero in 4’04”66, dopo aver sbaragliato le avversarie negli 800 e nei 1500, precedendo la russa Anna Egorova e l’ungherese Boglarka Kapas: “Piango perchè non me l’aspettavo. Poi ho visto il video di mia sorella a fine gara, grazie a lei ho iniziato a nuotare e sono diventata quello che sono. Rispetto a Glasgow avevo più paura, mi sentivo meno sicura. Questo non era un europeo preparato, l’obiettivo sono le Olimpiadi”, ha dichiarato Simona.

Alberto Razzetti, una delle più belle sorprese di questi Europei, ha conquistato l’argento nei 400 misti con il tempo di 4’11”17, preceduto soltanto dal russo Ilya Borodin. Bronzo per il britannico Max Litchfield. “E’ assurdo questo argento. Ho migliorato di dieci secondi il mio personale ed è incredibile. Non me l’aspettavo proprio. Devo ringraziare Stefano Franceschi che mi ha convinto a fare la gara: aveva ragione”, ha detto Razzo. Buona prova anche per Pier Andrea Matteazzi, quinto con il personale in 4’12”79.

La staffetta 4×100 mista maschile composta da Thomas Ceccon, Nicolò Martinenghi, Federico Burdisso e Alessandro Miressi ha vinto il bronzo con il crono di 3’29”93, alle spalle della Gran Bretagna e della Russia.

“Oggi volevamo fare qualcosa di carino e così è stato. Siamo molto contenti e poi non siamo tanto lontani da Gran Bretagna e Russia”, ha detto Miressi.

“Mi sono divertito, era tanto che non facevo una staffetta. Questo è un grande gruppo”, ha aggiunto Burdisso.

“Onestamente sono molto stanco ma ho dato tutto quello che avevo”, ha affermato Ceccon.

“Sono un po’ cotto ma con la squadra bisogna sempre dare qualcosa di più. C’era grande fiducia. A parte Miressi, che ha un anno in più, questa è la stessa staffetta dei mondiali giovanili”, ha concluso Martinenghi.

Bronzo e record italiano infine per la staffetta 4×100 mista femminile formata da Margherita Panziera, Arianna Castiglioni, Elena Di Liddo e Federica Pellegrini che hanno chiuso al terzo posto la finale in 3’56”30. L’oro è andato alla Gran Bretagna, l’argento alla Russia.

“E’ una bellissima staffetta che ogni anno cresce di più. Siamo state attaccate alla Russia fino alla fine. Possiamo migliorare ancora” ha esordito Castiglioni.

“E’ stata una settimana lunga per me. Volevo rendere onore a questa staffetta che ci ha regalato tanto negli ultimi anni e sta crescendo a livello internazionale tantissimo”, ha aggiunto la Divina.

“E’ stata una bellissima staffetta, combattuta come non mai. Tranne la Gran Bretagna, siamo tutte veramente vicine”, ha detto la Di Liddo.

“La fatica si è fatta sentire, perchè passare da un 200 a un 100 dorso non è semplice. Il 59”7 è buono, considerando la stanchezza. Sono felicissima per aver chiuso con il botto questo Europeo”, ha concluso Panziera.

di Samuel Monti

credit foto Andrea Staccioli / Inside – DBM

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...