Mandala Dance Company, EgriBiancoDanza, MEGAKLES BALLET/Petranura Danza, Compagnia Atacama al Festival CORRISPONDENZE 2021 fino al 7 novembre allo spazio performativo Agorà di Ladispoli (RM)

Ancora numerosi appuntamenti fino al 7 novembre, presso lo spazio performativo Agorà di Ladispoli (Roma), sono previsti per la tredicesima edizione del Festival CORRISPONDENZE con spettacoli e workshop di danza contemporanea, Incontri D’Arte, videoproiezioni, mostre di pittura, foto ed altre arti figurative e con tavole rotonde.
Il 30 ottobre alle ore 21 Mandala Dance Company presenta il dittico composto da FOLLOW WATER: dove c’è acqua c’è Vita!, performance incentrata sul tema dell’acqua come elemento essenziale per la sopravvivenza umana, ma anche collegata all’aspetto femminile, in quanto simbolo di mutevolezza e di adattabilità; e da HH_Homo Humus, una produzione multimediale sull’attuale tema dei danni climatici causati dall’inquinamento ambientale a mano dell’uomo ed dall’eccessivo sfruttamento delle risorse del nostro pianeta. Lo spettacolo vuole lanciare un messaggio di sensibilizzazione affinché proprio dall’uomo parta la volontà di cambiamento per una nuova rinascita. Coreografie, regia e concept di Paola Sorressa e video di Lucien Bruchon.
Si continua il giorno successivo alle ore 19 con Quartetto per la fine del tempo, spettacolo di EgriBiancoDanza con le coreografie di Raphael Bianco, un lavoro coreografico che vuole abbattere barriere e affermare il valore della danza anche mutilata e limitata nella sua libertà. La danza costretta viene rinnovata ad ogni rappresentazione grazie ad una partitura coreografica che ne permette soluzioni ed esiti differenti con un numero variabile di interpreti a seconda delle occasioni. In questo balletto viene utilizzato parte del Quartetto originario a cui vengono accostati alcuni brevi brani cameristici di Ezio Bosso, pianista e compositore di profonda sensibilità e umanità recentemente scomparso. Olivier Messiaen compose il quartetto in situazione di grande difficoltà e prigionia durante la seconda guerra mondiale (Campo di concentramento di Görlitz in Polonia), Raphael Bianco si riallaccia idealmente a quella emergenza per metabolizzare quella di questo tempo, o meglio, per focalizzare l’attenzione sul passaggio fra il tempo che fu e quello che verrà, in uno spazio temporale dove tutto è possibile intriso di incertezza ma anche di speranza: un’umanità che agisce in prospettive inconsuete, inquieta, trasformata e fremente verso nuovi orizzonti.
Segue Agua di MEGAKLES BALLET/Petranura Danza, coreografie di Salvatore Romania e Laura Odierna. Una riflessione sul concetto di resilienza, cioè la capacità di un sistema di adattarsi al contesto e definire forme di r-esistenza per superare le criticità. Così, per una sorta di analogismo, nasce un movimento fluido come l’acqua che penetra la forma e ad essa si adatta investendone lo spazio con tratti precisi, esigenti, ma anche ardenti, con un corpo manipolato, gettato al suolo, accarezzato, vissuto in ogni particolare, mai avulso da una sottile importanza evocativa ed impatto emotivo. E’ un’opera coreografica che spazia nel linguaggio coreutico contemporaneo, mantenendo salda un’identità artistica precisa, forte, ma sempre aperta al dialogo con altre visioni e altre identità.
Il 7 novembre alle ore 19:00, Compagnia Atacama, diretta da Patrizia Cavola e Ivan Truol, sarà in scena con Sine Tactu, il primo studio verso la realizzazione dell’ultimo step del trittico ispirato all’universo di Alejandro Jodorowsky che coglie con il suo sguardo visionario la realtà e la condizione esistenziale dell’essere umano. Lo spettacolo vuole indagare sull’impatto che gli accadimenti unici e inaspettati del tempo presente che stiamo vivendo, hanno e avranno sulla stessa natura umana. Su come plasmeranno il nostro modo di essere nel mondo, di entrare o non entrare in relazione con gli altri esseri umani.
Le nuove regole che ci portano al distanziamento, all’isolamento, all’evitare i contatti, l’impossibilità e il pericolo del “toccare” in che modo trasformeranno noi e il nostro sentire? Sarà per sempre o temporaneo? Che ricaduta ha e avrà tutto questo sulla creazione artistica e sulla pratica del danzare? Come si esprime il corpo in un habitat di pericolo, diffidenza, separazione? E soprattutto che spazio occupa il corpo in un mondo che sposta sempre più il piano di azione in un “oltremondo” leggero, veloce, immateriale, una copia digitale del mondo? (The Game, Alessandro Baricco) E con che peso?
Festival CORRISPONDENZE è organizzato da Mandala Dance Company (compagnia supportata dal MiC – Ministero della Cultura), con la direzione artistica di Paola Sorressa, il contributo della Regione Lazio e il patrocinio del Comune di Ladispoli, dell’AICS (Associazione Italiana Cultura e Sport_Ente di Promozione Nazionale) e dell’AICS Comitato Regionale Lazio e AICS Comitato Provinciale Roma.

Prenotazione obbligatoria fino a esaurimento posti. In ottemperanza alle disposizioni governative vigenti (art. 3 del DPCM del 23 luglio 2021, n.105), sarà possibile accedere agli eventi solo in possesso di GREEN PASS in formato cartaceo o digitale. Il Green Pass non è richiesto ai bambini al di sotto dei 12 anni e a coloro che ne sono esenti sulla base di motivazioni mediche certificate. Resta obbligatorio l’uso della mascherina all’interno delle sale a partire dai 6 anni di età e il rispetto del distanziamento interpersonale.

Per info e prenotazioni è possibile scrivere a festivalcorrispondenze@gmail.com o chiamare il numero 06 9912500. Maggiori informazioni su: http://www.mandaladancecompany.com

Biglietti: Intero 10 € – Ridotto 5€ (scuole di danza, under 12, over 65)

Festival CORRISPONDENZE 2021_13a edizione
Direzione Artistica Paola Sorressa
Spettacoli – Tavole Rotonde – Workshop – Incontri D’Arte

SPETTACOLI E TAVOLE ROTONDE:

Sabato 30 ottobre – h 21
MANDALA DANCE COMPANY
SAVE THE EARTH [HH_HomoHumus + Follow Water]
coreografie, regia e concept Paola Sorressa
video Lucien Bruchon

Domenica 31 ottobre – h 19
EGRIBIANCODANZA
Quartetto per la fine del Tempo
coreografie Raphael Bianco

Ideazione e coreografia Raphael Bianco
Assistente alla coreografia Elena Rolla
Maitre de ballet Vincenzo Galano
Light design e stage concept Enzo Galia
Musiche Ezio Bosso, Olivier Messiaen
Costumi Melissa Boltri
Danzatori Elisa Bertoli, Vincenzo Criniti, Carola Giarratano, Cristian Magurano

MEGAKLES BALLET/Petranura Danza
Agua
coreografie di Salvatore Romania e Laura Odierna

Coreografie Salvatore Romania e Laura Odierna
Musiche Salvatore Romania
Danzatori Salvatore Romania, Claudia Bertuccelli, Francesco Bax
Light Design Francesco Noè

Domenica 7 novembre – h 19
ATACAMA
Sine Tactu
Coreografie di Patrizia Cavola e Ivan Truol

Ideazione, coreografia, regia, luci Patrizia Cavola – Ivan Truol
Con Nicholas Baffoni, Marco Cappa Spina, Valeria Loprieno, Cristina Meloro, Camilla Perugini, Musiche Originali Epsilon Indi
Costumi Milena Corasaniti
Videocreazione Sergio De Vito
Organizzazione Emanuela Mino
Amministrazione Letizia Coppotelli
Ufficio Stampa/Comunicazione/Distribuzione Theatron 2.0
Produzione Atacama
Con il contributo di MIC Ministero della Cultura Regione Lazio
Residenze La Scatola Dell’Arte

WORKSHOP
31 Ottobre – h 11 con Raphael Bianco
07 Novembre – h 11 con Patrizia Cavola e Ivan Truol

INCONTRI D’ARTE
30/31 Ottobre – Mostra e Conferenza h 17 “Mutevoli Forme” a cura di Franz Prati

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...