OFFICINA PASOLINI: Nuvolari, Massimo Venturiello, Luca Ravenna, Luca Barbarossa, Andrea Purgatori e Massimiliano Smeriglio tra i primi ospiti

L’anno nuovo porta novità a Officina Pasolini. Con #InMoltiSogni il Laboratorio creativo di alta formazione e HUB culturale della Regione Lazio riprende le sue attività martedì 11 alle 21.00 nel Teatro Eduardo De Filippo. Una nuova programmazione ricca di appuntamenti di musica, teatro, lezioni concerto, proiezioni e incontri di approfondimento sul mondo della letteratura.

Il titolo richiama la frase tratta da Le Mille e una notte, “La verità non sta in un solo sogno, ma in molti sogni”, che Pier Paolo Pasolini pose in epigrafe al film Il fiore delle Mille e una notte, l’ultimo della Trilogia della vita e anche l’ultimo film di Pier Paolo in cui ci sono allegria, voglia di vivere e uno sguardo gioioso di aspettativa, come ha scritto Dacia Maraini.

#InMoltiSogni è dunque un omaggio, nell’anno del centenario della nascita, a un grande artista distintosi per la sua vocazione interdisciplinare e la conferma per Officina Pasolini di voler continuare a seguirne lo spirito e il percorso, incoraggiando l’incontro e lo scambio tra discipline, l’ampliamento degli orizzonti e delle tecniche, il confronto e la collaborazione. Con il sogno di poter dare a tanti giovani artisti la possibilità di coltivare il proprio “sacro poco”.

Martedì 11 il programma di gennaio si apre con un nuovo incontro realizzato da Enrico Deregibus. L’ospite è Nuvolari, all’anagrafe Matteo Pisotti, la nuova scoperta della scuderia Bomba Dischi. Nuvolari è un ragazzo piacentino della classe ‘96, di cui fanno parte quelli che non si capisce bene se siano ancora millennials o già generazione z. Con alcuni singoli si è in breve distinto come uno dei giovani cantautori più interessanti e ispirati, fondendo una ispirazione indie con le radici della canzone d’autore italiana. Nei mesi scorsi ha confermato i giudizi positivi con il primo album Lentamente, che vuole essere un elogio ai ritmi quieti di chi non ha paura di prendersi i propri tempi in un mondo che sembra andare sempre più veloce. L’incontro sarà una chiacchierata alla scoperta del suo mondo, accompagnata da una bella manciata di canzoni.

Domenica 13 si riaccendono le luci sul palco di Superficie Live Show – Attori sul palco a portata di video. La serata, ideata e condotta da Matteo Santilli, è composta da monologhi teatrali, brevi video con racconti e testimonianze di lavoro, musica live, per un contenuto fatto di un linguaggio recitativo che si potrebbe riassumere in un mix tra le forme di recitazione che siamo abituati a vedere: cinema e teatro, l’intensità dell’esibizione dal vivo, unita alla potenza di dettaglio della telecamera. Protagonisti di questo show che mette al centro di tutto l’artista e la sua performance, andando a sperimentare una forma di esibizione che non vuole essere teatro in streaming, sono cinque interpreti, tra attrici e attori, con i loro spettacoli in pillole. Drammatici, comici, sia inediti sia tratti da opere famose, nel corso della serata i pezzi saranno eseguiti da Lorenzo Maragoni, Massimiliano Aceti, Giulia Fiume & Lara Balbo & Francesca Anna Bellucci, Martina Querini. L’ospite speciale sarà l’attore, autore e regista Gabriele Di Luca e la musica live sarà a cura di Carlo Amleto.

Lunedì 17 l’appuntamento con il format Prospettive d’autore è dedicato al legame tra letteratura e arti. Questa volta Valentina Farinaccio incontrerà l’attore e regista Massimo Venturiello, responsabile della sezione Teatro di Officina Pasolini che ha appena pubblicato il suo primo romanzo La sartoria di Addis Abeba per Edizioni Ensemble. Un memoir poetico e vivissimo che, partendo da molto lontano, cuce insieme fra loro i luoghi, gli oggetti, le persone, i silenzi, gli sbagli e le parole. Quella che Venturiello confeziona per il lettore, pagina dopo pagina, è una dichiarazione d’amore struggente e autentica al mestiere dell’attore, al teatro, e alla vita. Letture a cura di Francesco Patanè, attore diplomato della sezione Teatro, recentemente candidato ai Nastri d’argento 2021 come migliore attore non protagonista per il film sulla vita di Gabriele D’Annunzio, Il cattivo poeta, con Sergio Castellitto.

Venerdì 21 nel format Ridere di nuovo Gino Castaldo ci farà a conoscere più da vicino Luca Ravenna, rivelazione della nuova comicità italiana. I suoi live vanno letteralmente a ruba a seguito del grande successo ottenuto per la partecipazione come concorrente di LOL: chi ride è fuori lo scorso aprile, anche se il comico milanese si era già imposto da prima come una grande promessa della stand up comedy all’italiana. Tra le prime collaborazioni spiccano quelle con il famoso gruppo comico di Roma The Pills, che ha affiancato come autore dei video per il loro canale YouTube e del film Sempre meglio che lavorare, e per programmi come Quelli che il calcio e Che fuori tempo che fa. Durante la forzata assenza dai live a causa della pandemia, insieme al collega Edoardo Ferrario, ha dato vita a Cachemire – Un podcast morbidissimo, format settimanale balzato ai vertici delle classifiche YouTube e Spotify, portato anche in tour in giro per l’Italia dai due comici.

Martedì 25 torna il cinema a Officina Pasolini con la proiezione del film Nonostante la nebbia del pluripremiato regista Goran Paskaljevic. Interpretato da Donatella Finocchiaro, Giorgio Tirabassi, Francesco Acquaroli, Anna Galiena, Alì Mousa Sahran, è l’ultima pellicola del grande autore serbo, scomparso di recente. Una coproduzione tra quattro paesi, mai uscita nelle sale italiane come racconteranno nel corso della serata i tre produttori italiani Simona Banchi, Amedeo Letizia e Mariella Li Sacchi. La storia racconta di Paolo, proprietario di un ristorante in un paese della provincia di Roma che decide di portare a casa con sé un bimbo trovato lungo la strada di casa. Il bimbo si chiama Mohammed ed è un rifugiato siriano che ha perso i genitori durante il viaggio verso l’Italia a bordo di un gommone. La presenza del bambino turba sua moglie Valeria, titubante e dubbiosa all’inizio, ma che alla fine acconsente a ospitarlo per la notte…

Giovedì 27 Giorgio Cappozzo incontra Luca Barbarossa in Non perderti niente, una chiacchierata a tutto tondo che prende spunto dall’omonimo libro che il cantautore romano ha pubblicato per Mondadori in occasione del compimento dei suoi sessant’anni d’età. Dagli esordi come musicista di strada a una carriera di grandi successi con undici album e una vittoria a Sanremo, passando per il cineforum alla sezione della Fgci di Mentana, gli anni di piombo, Roma, la Roma, il Social Club, gli amori tossici, fugaci, eterni. Un racconto che racchiude tante storie, piene di passione e di incognite, e che diventerà a tratti anche un racconto suonato, alternando nel corso della serata a un po’ di canzoni live alle parole. Un’occasione unica per scoprire, anche con ironia, alcune cose rimaste dietro le quinte, che meritano di essere conosciute di un artista che da ragazzetto avrebbe voluto essere Adriano Panatta e che è diventato uno dei più rispettati artisti italiani.

Venerdì 28 Andrea Purgatori, intervistatore d’eccezione a Officina Pasolini, incontrerà Massimiliano Smeriglio, parlamentare europeo, membro della Commissione Cultura, giornalista e scrittore appena tornato in libreria con il suo quarto romanzo Se bruciasse la città, edito da Giulio Perrone Editore. Un nuovo capitolo dedicato alla sua città, Roma, un nuovo viaggio toccante nella periferia vitale e violenta di una capitale bellissima e difficile. Smeriglio dà voce ai sommersi, a chi ha il futuro scritto nel quartiere in cui nasce, nel soprannome del padre, che prima era del nonno. Con la sensibilità della sua penna accompagna un ventenne desideroso di riscatto e un adulto alla ricerca del passato: a entrambi la città riserverà molto di più e molto meno di quello che cercano. E, con il piglio dell’etologo, segue le vicende di alcune volpi per raccontarci il bestiario e la ferocia di una metropoli senza più nome, che ti abbraccia così forte da farti male. La Roma che, però, è sempre impossibile lasciare.

OFFICINA PASOLINI – HUB CULTURALE #gennaio22

martedì 11 gennaio ore 21:00

Enrico Deregibus incontra Nuvolari

giovedì 13 gennaio ore 21.00

Superficie Live Show

Attori sul palco, a portata di video

conduce Matteo Santilli

sul palco Lorenzo Maragoni, Massimiliano Aceti, Giulia Fiume & Lara Balbo & Francesca Bellucci, Martina Querini

con la partecipazione di Gabriele Di Luca

musica live a cura di Carlo Amleto

lunedì 17 gennaio ore 21.00

Prospettive d’autore: La sartoria di Addis Abeba

Valentina Farinaccio incontra Massimo Venturiello

letture a cura di Francesco Patanè

venerdì 21 gennaio ore 21:00

Ridere di nuovo

Gino Castaldo incontra Luca Ravenna

martedì 25 gennaio ore 21:00

proiezione del film Nonostante la nebbia

di Goran Paskaljevic

interpreti Donatella Finocchiaro, Giorgio Tirabassi, Francesco Acquaroli, Luigi Diberti, Anna Galiena, Alì Mousa Sahran, Francesca Cutolo, Pino Calabrese, Gabriele Donnini, Youssef Hassael, Paolo Triestino, Tamara Aleksić, Engy Riead

introducono la pellicola i produttori italiani Simona Banchi, Amedeo Letizia, Mariella Li Sacchi

giovedì 27 gennaio ore 21:00

Non perderti niente

Giorgio Cappozzo incontra Luca Barbarossa

venerdì 28 gennaio ore 21:00

Se bruciasse la città

Andrea Purgatori incontra Massimiliano Smeriglio

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...