Si è chiusa ufficialmente la 24a edizione dei Giochi Olimpici Invernali di Pechino 2022. L’appuntamento è con Milano Cortina 2026

Si è chiusa ufficialmente la 24a edizione dei Giochi Olimpici Invernali di Pechino 2022, che per due settimane ha regalato sfide appassionanti ed emozioni.

Al Bird’s Nest, lo stadio olimpico della capitale cinese, è andata in scena la cerimonia di chiusura curata dal regista Zhang Yimou, che è iniziata con i fiocchi di neve e le lanterne a rappresentare il Capodanno, mentre sui pannelli led dello stadio sono comparsi il logo di Pechino 2022 e i cinque cerchi. Quindi sono entrate le delegazioni dei Paesi partecipanti, con Francesca Lollobrigida, prima medagliata azzurra nella storia del pattinaggio di velocità (vincitrice di un argento nei 3000 metri e di un bronzo nella Mass Start), come portabandiera dell’Italia.

A seguire è avvenuto il passaggio della bandiera olimpica dal sindaco di Pechino al Presidente del Cio Bach che l’ha consegnata, per la prima volta nella storia a cinque cerchi, a due primi cittadini, Beppe Sala (Milano) e Gianpietro Ghedina (Cortina), sotto lo sguardo del Sottosegretario con delega allo sport Valentina Vezzali.

Malika Ayane ha interpretato l’inno di Mameli accompagnata dal violinista Giovanni Andrea Zanon, al termine Vittorio e Gloria, due bambini di Milano e di Cortina, hanno posizionato un globo al centro della pista e la regia ha mandato in onda un video sulle due città italiane.

E’ stata poi la volta dello show curato da Marco Balich con un passo a due a simboleggiare montagna e città, con le rappresentazioni stilizzate delle varie discipline, per introdurre i Giochi di Milano Cortina 2026 che saranno inclusivi e rispettosi dell’ambiente, infatti il motto è “Duality, together”. Infine è stato proiettato un altro video con le bellezze dell’Italia e il saluto in cinese dei Governatori della Lombardia, Attilio Fontana, e del Veneto, Luca Zaia.

download - 2022-02-20T133358.068 - Copia

Cai Qi, Presidente del Comitato organizzatore dei Giochi di Pechino 2022, ha dichiarato: “Lo spirito olimpico vivrà per sempre. Uniamoci per creare un futuro più luminoso per tutti”.

Poi la parola è passata al Presidente del Cio Bach: “Grazie Cina! Grazie a tutti gli atleti, non solo vi siete rispettati ma anche sostenuti a vicenda, abbracciati nonostante i vostri Paesi siano divisi da conflitti. Avete superato le divisioni e dimostrato che nella comunità olimpica siamo tutti uguali, indipendentemente dalla provenienza, dalla religione, dalla lingua. I leader politici di tutto il mondo si ispirino al vostro esempio di solidarietà e di pace. Grazie agli amici cinesi, la vostra gentilezza rimarrà con noi. Saluto gli atleti che non hanno potuto gareggiare a causa del Covid, farete parte per sempre della comunità olimpica. Combattiamo insieme la pandemia, dobbiamo fare in modo che nel mondo tutti abbiano la stessa facilità di accesso ai vaccini. Dichiaro chiusi i 24esimi Giochi invernali di Pechino 2022. Invito i giovani di tutti i Paesi a riunirsi tra quattro anni a Milano Cortina 2026”.

Un coro di bambini ha accompagnato lo spegnimento della torcia olimpica, incastonata in un fiocco di neve, e la cerimonia si è conclusa con spettacolari fuochi d’artificio e il saluto da parte di performer e volontari.

Quella di Milano Cortina 2026 sarà la terza edizione dei Giochi Invernali ospitata in Italia, dopo Cortina 1956 e Torino 2006.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...