Il 22 aprile arriva su Sky e in streaming su NOW la seconda, attesissima stagione di “Diavoli”, con Alessandro Borghi e Patrick Dempsey. Le dichiarazioni del cast

Il 22 aprile arriva su Sky e in streaming su NOW la seconda, attesissima stagione di “Diavoli”, il financial thriller internazionale Sky Original con Alessandro Borghi e Patrick Dempsey, prodotto da Sky Italia e Lux Vide con Big Light Productions.

Un’appassionante storia di potere ambientata nell’Olimpo dell’alta finanza e realizzata in collaborazione con Sky Studios, Orange Studio e OCS. La distribuzione internazionale è di NBCUniversal Global Distribution, che per conto di Sky Studios l’ha ad oggi venduta in più di 160 territori.

I protagonisti del best seller “I diavoli” di Guido Maria Brera (edito da Rizzoli) tornano nei nuovi otto episodi per continuare il racconto, fra schegge di realtà e personaggi di finzione, della silenziosa, ma dagli effetti devastanti, guerra che ha attraversato l’Occidente nell’ultimo decennio. Una guerra sotterranea, combattuta con la più potente delle armi: la finanza.

Oltre ad Alessandro Borghi nei panni di Massimo Ruggero, nel finale della scorsa stagione nominato CEO della New York-London Investment Bank, e Patrick Dempsey in quelli di Dominic Morgan, uomo fra i più influenti della finanza mondiale, ritroviamo nel cast anche Malachi Kirby (The Race – Corsa mortale, Radici), Pia Mechler (Everything Is Wonderful), Paul Chowdhry (Live at the Apollo, Swinging with the Finkels), nei panni dei Pirati, il team di trader fedelissimi a Massimo Ruggero, e Lars Mikkelsen (The Killing, Sherlock, House of Cards), ancora nei panni di Daniel Duval, il fondatore di Subterranea.

Accanto a loro le new entries Li Jun Li (Damages, Minority Report, Wu Assassins) nei panni di Wu Zhi, nuova Head of Trading della NYL, Joel de la Fuente (Law & Order, The Man in the High Castle) come Cheng Liwei, nuovo membro del board, e Clara Rosager (The Rain, Il concorso), che nella serie interpreterà Nadya Wojcik, nuova geniale protetta di Dominic.

Alla regia dei nuovi episodi ci sono Nick Hurran (Sherlock, Doctor Who, Fortitude, Altered Carbon) e Jan Maria Michelini (I Medici, DOC- Nelle tue mani, Blanca). La serie è scritta da Frank Spotnitz (Leonardo, Medici, The X-Files, The Man in the High Castle) e James Dormer (Strike Back, Medici), con Naomi Gibney e Caroline Henry.

Questo slideshow richiede JavaScript.

“Siamo veramente orgogliosi di presentare la seconda stagione di “Diavoli”, una serie che vanta un insieme di talenti come accade raramente di vedere nella serialità internazionale, che ha in sè la potenza della grande saga e che affronta argomenti attuali e rilevanti, dai dati alla Cinamerica e alla privacy, oltre a trattare di finanza e dei drammi personali dei protagonisti”, ha esordito Antonella D’Errico, Executive Vice President Programming di Sky Italia, in conferenza stampa.

“E’ una serie che legge anche gli eventi di oggi e mi fa piacere vedere quanto sia apprezzata da coloro che lavorano nel mondo finanziario.  La pandemia è stata il fil rouge della storia e grazie al cast abbiamo provato ad alzare sempre di più l’asticella mettendo in campo anche l’altra faccia della finanza, quella femminile, con quattro donne dal carattere molto forte che in maniera diversa avranno un loro ruolo e un peso implementante nella vita dei protagonisti. Il mondo è cambiato profondamente negli ultimi due anni e il linguaggio visivo di “Diavoli” rispecchiava il dualismo dei personaggi, che hanno una verità apparente per spiegarne una più profonda. Non ci sono giudizi morali, ognuno costruirà la sua verità. Per quanto riguarda Massimo abbiamo cercato di raccontare il percorso da diavolo della finanza a uomo mentre per quanto concerne Dominic abbiamo trattato il tema della paternità, sia per il fatto che offre lavoro a questa giovane che è un genio della matematica, sia per il rapporto che ha con lo stesso Massimo che considera un suo figlioccio. Posso anticipare che ci sarà la terza stagione della serie e che parleremo anche della guerra in Ucraina”, ha spiegato Luca Bernabei di Lux Vide.

“Guardando alla situazione attuale con la guerra in Ucraina possiamo dire che la democrazia ha fallito e l’impatto della finanza in questo caso è stato forte con le sanzioni comminate alla Russia, ma il mondo si è rotto già nel 2016 ed un’era che durerà molto. Sky e Lux Vide sono stati molto coraggiosi nel supportare questo progetto, gli sceneggiatori hanno reso più interessante il racconto, Patrick e Alessandro ci hanno dato fiducia e li ho visti come dei partner. Inoltre c’è una presenza femminile entusiasmante. Fare una serie sul presente e interpretarla prima che lo stesso si palesi non è semplice, ma è una grande soddisfazione”, ha affermato lo scrittore Guido Maria Brera.

“Nella seconda stagione, Dominic Morgan ha forse visto l’errore nei suoi metodi e sente il bisogno di un cambiamento. Per questo abbiamo scelto come contrappunto la più tradizionale “City” di Londra, con toni più caldi e un’imponenza classica, per alludere a un lato più umano nella lotta per il bene. Abbiamo anche potuto esplorare nuove modalità di racconto e montaggio, grazie all’introduzione di quattro importanti nuove protagoniste femminili, due delle quali combattono contro i titani della finanza, più una talentuosa trader e una giovane brillante matematica, con qualche vago sintomo di autismo. Ovviamente, le riprese durante la pandemia ci hanno portato numerose sfide quotidiane. Ma un lavoro attento, di squadra, con un incredibile impegno da parte dell’intera troupe diDiavoli, ha reso possibile un’eccellente seconda stagione”, hanno spiegato i registi Nick Hurran e Jan Michelini.

“I dati che cediamo ogni volta che facciamo un acquisto online o scarichiamo una app sono diventati il nuovo petrolio, una fonte di ricchezza, potere e controllo. E quindi un motivo di guerra. La seconda stagione diDiavoli ci ha offerto l’incredibile occasione di mostrare le forze che operano nell’acquisizione e nello sfruttamento di questi dati, e come ne traggono profitto per controllarci tutti. Riveliamo una segreta guerra mondiale che va avanti da anni tra l’America e la Cina, le due grandi superpotenze del ventunesimo secolo. Una guerra nella quale l’Europa è diventata il campo di battaglia, mentre ogni cosa attorno a noi, dal gaming all’intelligenza artificiale, viene sfruttata per ottenere i dati che sono manipolati e trasformati in un’arma per diffondere odio e distruggere popoli e nazioni. Così come ci ha offerto delle opportunità, questa nuova stagione ci ha presentato anche delle vere e proprie sfide. Innanzitutto, non stavamo più lavorando sulla base del geniale romanzo di Guido Maria Brera; inoltre, il mondo era in continuo cambiamento a causa del Covid19. Per fortuna, siamo riusciti comunque ad attingere dall’immensa conoscenza di Guido del mondo della finanza per disegnare una storia che non solo esplora lo scontro in atto per il controllo dei dati, ma anche l’impatto della pandemia su questa guerra, consentendoci, come è accaduto nella prima stagione, di trovare le storie che si nascondono sotto le notizie in prima pagina. Alla fine, però, sono le persone il cuore della serie”, hanno dichiarato gli sceneggiatori Firank Spotnitz e James Dormer.

p_Devils2_A&M_EP02_04069

Alessandro Borghi torna a vestire i panni di Massimo Ruggero: “In questo momento c’è un estremo bisogno di tornare a fare squadra, scambiarsi le idee è alla base della creazione di una serie di livello come “Diavoli”. Con Patrick ci siamo incontrati la prima volta a Formello per la prima lettura ed è stato come se ci conoscessimo da tanto tempo. C’è un’intesa empatica con lui che spesso non ho nemmeno con i colleghi italiani. Siamo stati appoggiati da una serie di attori straordinari ed è quello che fa la differenza. Questa seconda stagione per me è molto più bella della prima a livello umano, con personaggi femminili che danno un apporto maggiore alla serie. Massimo è un uomo già rotto, che ha avuto delle perdite importanti. Il ritorno di Dominic sposta i suoi equilibri e lo porta a confrontarsi con persone che gli permettono di avere un continuo cambio di approccio alla finanza e alla vita. Massimo si chiede quanto faccia parte di questa dinamica, quanto possa sostenerla e anziché andarsene dopo aver perso Sofia, capisce che l’unica cosa che può fare è applicare la sua conoscenza alla finanza. Ho sempre considerato Massimo come una sorta di figlio di Dominic, in termini di insegnamento, conoscenza ed evoluzione. E’ come se ci fosse un rapporto elastico tra di loro e quando sono lontani qualcosa li riporta vicino e sono costretti ad avere a che fare l’uno con l’altro. Io sono cresciuto in un quartiere popolare, in un contesto dove tutto quello che avrei voluto essere era lontano da ciò che mi circondava, e ho dovuto scegliere se esserne parte o guardare quella realtà da fuori e porre il mio obiettivo in un’altra direzione. Ho scelto la seconda strada. Il primo lockdown è stato una manna dal cielo perchè stavo lavorando da diversi anni senza mai fermarmi e mi ha permesso di guardare dentro me stesso e cambiare la mia concezione del tempo”.

o_Devils2_A&M_EP01_03963

Patrick Dempsey dà il volto a Dominic Morgan: “Sono d’accordo con Alessandro, è stato un piacere per me lavorare con lui e con tutto il resto del cast. C’è grande rispetto tra di noi. Il segreto del successo dello serie è la connessione, l’empatia e soprattutto il grande lavoro di squadra da parte del cast, della troupe, dei registi, della produzione. Dominic considera Massimo, che nel frattempo ha incrementato il proprio potere, come una sorta di figlio. Era importante far emergere anche l’aspetto umano dei personaggi in un settore come quello finanziario. Sono soddisfatto del finale di questa stagione che fa ben intendere come continuerà la storia. Dominic ha divorziato, ha creato una nuova banca e ha una nuova missione. Sarà più vulnerabile rispetto al passato. In questa seconda stagione saprà riconoscere e valorizzare il talento di Nadya, che incontrerà per caso e che sarà molto utile nel suo lavoro essendo un genio della matematica”.

Ana Sofia Martins è Carolina Elsher: “E’ un personaggio molto bello da interpretare. In questa seconda stagione vengono raccontate le differenze tra uomini e donne nel mondo delle finanze. Lei è una persona che ha delle paure ma quando deve fare gli investimenti si focalizza completamente sul lavoro per ottenere il maggior profitto possibile. E’ divertente interpretare un personaggio che al contempo è forte ma ha delle fragilità. E’ stata un’esperienza formativa lavorare con Patrick, Alessandro, Clara e il resto del cast, e guardarli recitare. Fin da subito mi sono sentita benvenuta. Abbiamo parlato anche del covid ma sul set avevo la sensazione di essere protetta, al sicuro, facevamo tre tamponi alla settimana”.

Clara Rosager interpreta Nadya Wojcik: “Ha un ruolo importante nella serie, è un genio della matematica e i numeri sono centrali in certi ambiti, nella finanza in particolare. E’ una ragazza che ha un rapporto bellissimo con Dominic e anch’io mi sono trovata benissimo a recitare con Patrick. Fare parte di questa serie, che è speciale, è stato un passo importante per la mia carriera e mi ha permesso di entrare in connessione con tante belle persone”.

2016, la Brexit è alle porte e Trump lotta ferocemente per essere eletto presidente degli Stati Uniti d’America. Sono passati quattro anni da quando Massimo Ruggero è riuscito a sventare il piano di Dominic Morgan contro l’euro e nonostante il caro prezzo personale pagato, Massimo ha deciso di rimanere CEO dell’NYL. Sempre più messo in discussione dal board, Massimo ha deciso di intraprendere una politica di acquisizioni filocinesi, facendo entrare dalla Cina nuovi investitori e membri del team. Ma è proprio il suo vecchio mentore Dominic Morgan a ripresentarsi e metterlo in guardia: i nuovi partner cinesi sono pronti a tradirlo per perseguire una silenziosa guerra fra Cina e USA per il controllo tecnologico dei dati di milioni di persone. Massimo deve allearsi con Dominic se vuole lottare dalla parte giusta. A chi Massimo deve credere? Una domanda che fra piattaforme social, Bitcoin e 5G lo porterà fino al 2020: nel mezzo della pandemia globale, Massimo dovrà finalmente scegliere da che parte stare.

Diavoli è una serie Sky Original prodotta da Sky Italia e Lux Vide con Big Light Productions, realizzata in collaborazione con Sky Studios, Orange Studio e OCS. La distribuzione internazionale è di NBCUniversal per conto di Sky Studios.

di Francesca Monti

credit foto ufficio stampa Sky

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...