Venerdì 22 aprile in prima serata su Rai 1 prende il via ‘The Band’, condotto da Carlo Conti: “E’ un talent dove non si vince nulla, ma si fa musica dal vivo”. In giuria Gianna Nannini, Asia Argento e Carlo Verdone

Carlo Conti da venerdì 22 aprile torna in prima serata su Rai 1 con ‘The Band’, il nuovo talent in cui otto “Band”, otto gruppi musicali di diversa origine si sfideranno in nome del sound, dell’energia e della grinta dei grandi concerti dal vivo.

Ai provini si sono iscritti oltre 2000 gruppi eterogenei: dalle tipiche rock-band a quelle che propongono pezzi italiani, da quelle dance a quelle rockabilly, e non ci sono stati limiti di età e genere: gruppi tutti al femminile, complessi di medici e infermieri che si divertono a fare musica, anche un gruppetto di ragazzini che suonano a scuola.

Il programma vuole anche rappresentare uno stimolo per far ripartire la musica dal vivo e la voglia di suonare: è per questo che non si svolgerà in uno studio televisivo, ma in un teatro, il “Verdi” di Montecatini Terme, per rendere al meglio il senso del live con pubblico vero.

I gruppi in gara saranno otto e sarà possibile conoscere le loro storie e scoprire come si prepareranno. Ciascuna band sarà guidata da un tutor che la seguirà anche per tutto il percorso, dando consigli e preparando i brani che dovranno eseguire e che sarà anche giudice e voterà le esecuzioni delle altre sette band (ovviamente non quella che gli è stata affidata).
Gli otto tutor sono Giusy Ferreri, Irene Grandi, Dolcenera, Federico Zampaglione, Marco Masini, Francesco Sarcina, Rocco Tanica, Enrico Nigiotti.

A giudicare le 8 band sarà anche una super giuria formata da Carlo Verdone, Gianna Nannini e Asia Argento. La parte comica è affidata ai Boiler: Federico Basso e Davide Paniate.

“La prima volta che abbiamo parlato di questo programma devo ammettere che eravamo un po’ scettici, ma dopo qualche riflessione e una serie di incontri con Carlo Conti abbiamo deciso di fare The Band. Abbiamo selezionato 16 gruppi che hanno una grande passione per la musica. Sarà interessante scoprire la loro storia, la loro provenienza. La musica non soltanto alleggerisce ma consegna anche messaggi tra persone di amore, odio, di sentimenti letterari che nutrono la nostra vita. Saranno cinque puntate e la finale, se tutto andrà bene, si terrà in un palazzetto. Verranno valutate la voce, la sonorità, la band”, ha esordito in conferenza stampa il Direttore di Rai 1 Stefano Coletta.

“E’ un format italiano, nato con l’idea di dare importanza alle band. E’ un talent dove non si vince nulla, ma si fa musica dal vivo. Ringrazio i nostri super giudici che hanno accettato di far parte di questo progetto. Gli otto tutor sono fondamentali, ciascuno di loro ha iniziato suonando nei gruppi e ognuno sceglierà una band che accompagnerà durante il percorso. Poter suonare al Teatro Verdi di Montecatini davanti a 700 spettatori è già un grande regalo. Ci sarà anche un momento comico con i Boiler. Sarebbe bello se la finale si svolgesse al Mandela Forum di Firenze, luogo che è stato per mesi un hub vaccinale e magari invitare gli operatori sanitari, i medici e gli infermieri”, ha dichiarato Carlo Conti.

Quindi la parola è passata ai tre giurati:

Gianna Nannini: “Mi sento un’opinionista, perchè vorrei fare una critica costruttiva e poter dire in base alla mia esperienza se una cosa funziona o meno. Sono felice che The Band dia la possibilità alle band di tornare a fare la musica insieme. Per me è importante l’appartenenza a un suono. Il rock è un’esigenza fisica e spero che queste band abbiano voglia di portare avanti la loro passione”.

Asia Argento: “Mi ha colpito la forza vitale del rock, della musica live che ci è mancata tanto, dell’essere testimoni, oltre che opinion leader, di questa energia senza tempo. Tutte le band sono accomunate dal desiderio di trasmettere la loro passione, di ritrovarsi davanti a tanti spettatori, di spaccare. Sono entusiasta di far parte di questo progetto, di lavorare con Carlo Conti e una giuria eccezionale. Mi sto divertendo tantissimo”.

Carlo Verdone: “Amo la musica, sono un collezionista di vinili e cd, conosco la storia dell’evoluzione del rock e del blues, Carlo Conti è una garanzia, Rai1 tenta un’operazione fresca ed originale, quindi ho accettato con entusiasmo e ho fatto un mese di pausa dalla scrittura cinematografica. L’originalità, l’anima e la personalità della band sono le qualità secondo me più importanti. Non voglio vedere gente che copia gli altri. Ho ascoltato delle bellissime voci, soprattutto femminili, e mi sto divertendo molto”.

“The Band” è un talent con il sapore del divertimento, della voglia di fare musica, di suonare: non si vincono contratti discografici, ma il titolo di ‘Band dell’Anno’.

Basato su un format originale, è un programma di Carlo Conti; Ivana Sabatini; Emanuele Giovannini; Leopoldo Siano; Mario D’amico, prodotto in collaborazione con Palomar Entertainment. La scenografia è di Riccardo Bocchini, direttore della fotografia è Fabio Brera, Produttore Esecutivo Eleonora Iannelli, Produttore Palomar Marco Cingoli. La regiadi Maurizio Pagnussat.

LE SEDICI BAND IN GARA NELLA PRIMA PUNTATA:

Emilia Romagna:
RIFLESSO (Ferrara)
JF BAND (Parma)

Friuli:
LIVING DOLLS (Udine)

Lazio:
ACHTUNG BABIES (Roma)
ISOLADELLEROSE (Roma)
GEMINI (Anagni)

Lombardia:
CHERRY BOMBS (Milano)
XELA UNPLUGGED (Gallarate)
DAN E I SUOI FRATELLI (Milano)
SILENT PROJECT (Milano)

Marche:
N’ICE CREAM (Venarotta, AP)

Piemonte:
MONS (Collegno, TO)
ANXIA LYTICS (Tortona, AL)

Puglia:
LA CHIAMATA D’EMERGENZA (Bari)

Toscana:
ROJABLORECK (Massa Carrara)

Veneto:
KELLER BAND (Padova)

di Francesca Monti

credit foto Assunta Servello per Rai

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...