Premio Aldo Biscardi: oltre 400 persone al Centro Sportivo Villa Flaminia di Roma per GIOVANI e GIOCASPORT per un pomeriggio di sport e lettura con autori e personalità dello sport

Tra gli obiettivi principali del Premio Aldo Biscardi alla Comunicazione e allo Sport c’è quello di costruire progetti che mirano a evidenziare il valore etico e sociale nel campo dello Sport, della Comunicazione, della Letteratura e del Fair Play con grande attenzione alla formazione giovanile.

È con questo spirito che il Premio sostiene iniziative che promuovono il recupero sociale dei giovani attraverso lo sport, come per esempio GIOVANI e GIOCASPORT: un momento di gioco, letture, scambi di esperienze di vita con giovani pulcini, atleti, autori e personalità dello sport.

L’appuntamento che si è svolto ieri presso il Centro Sportivo Villa Flaminia di Roma ha visto la partecipazione di oltre 400 persone.

Un pomeriggio di reading aperto a bambini e adulti in cui, attraverso le voci degli autori, gli ospiti hanno avuto modo di ascoltare passi di libri dedicati proprio al mondo dello sport e non solo.

“Il punto di forza della manifestazione Giovani e Giocasport è stato quello di unire momenti di racconti e di storia di atleti, di scrittori e di persone che hanno vissuto sulla loro pelle quello che è stato lo sport e il concetto di sport. Tanti i ragazzi dai 9 ai 10 anni che hanno partecipato e che con grande spirito di squadra, non conoscendosi, sono scesi in campo e hanno condiviso una bella giornata di sport. Una grande giornata di festa che ha creato sinergia e ha unito sotto lo stesso cappello tante realtà diverse tra loro” ha commentato a margine dell’evento Antonella Biscardi, Presidente del Premio Aldo Biscardi.

Il momento di lettura è stato preceduto dai saluti istituzionali di GIOVANNI MALAGÒ, Presidente del CONI, e GIORGIO TRABUCCO in rappresentanza dell’Assessorato allo Sport del Comune di Roma Capitale.

Si sono alternati nelle letture SILVIA SALIS, Vice Presidente Vicario del CONI, ex martellista italiana e vincitrice di dieci titoli italiani tra invernali ed assoluti che ha letto alcuni passi del suo libro “LA BAMBINA PIÙ FORTE DEL MONDO” (Salani): una storia di sport, amicizia, rispetto e autodeterminazione dedicata alle bambine e ai bambini indomabili, che sanno che non esistono cose ‘da maschi’ e cose ‘da femmine’, ma solo sogni in cui credere.

Poi è stato il momento MAXIME MBANDÀ, noto rugbista insignito da Sergio Mattarella dell’onorificenza di cavaliere al merito della Repubblica per il suo impegno di volontariato con la Croce Gialla durante il periodo di lockdown, che ha letto frammenti del suo libro “FUORI DALLA MISCHIA. LETTERA A MIO FIGLIO SULLO SPORT, LA VITA E IL MONDO CHE VORREI” (Piemme): cresciuto nel nostro paese da padre congolese e madre italiana, nonostante una famiglia unita, solide amicizie e i successi nella palla ovale, Maxime ha avuto esperienza diretta di quanto sia difficile la strada dell’integrazione. Per questo ha deciso di scrivere, durante la prima ondata della pandemia di Covid, proprio mentre lo stava aspettando, un libro in forma di lettera a Leone, il figlio di un anno.

MARINO BARTOLETTI, noto giornalista, conduttore televisivo, autore televisivo e scrittore italiano, ha dato vita ad alcune pagine di “LA SQUADRA DEI SOGNI” (Gallucci Editore): Carlo e Dorian sono cresciuti insieme, condividendo tutto. Alle medie andranno però in due istituti diversi e parecchio rivali. I nuovi incontri e le pressioni dei genitori mettono a dura prova la loro amicizia, finché si ritrovano avversari sul campo di calcio in un’emozionante partita tra le loro classi. E la posta in gioco è molto più di un semplice trofeo…

Poi è stata la volta della storia dell’Avvocato Civilista di Brescia MARIA LUISA GARATTI e del suo libro “SUA MAESTÀ. CORRERE ALDILÀ DELLA SCLEROSI MULTIPLA” (Marco Serra Tarantola Editore): «Da medico le ho chiesto cosa l’avesse portata a correre e soprattutto il perché di una prova estrema come la maratona. La su risposta fu semplicemente: “Quando corro non sono malata! Correre mi fa stare bene con me stessa e con la malattia. Superare la fatica, la paura di non farcela e infine arrivare al traguardo rappresentano per me la capacità di superare le angosce legate alla mia patologia”».

Ultimo alla lettura è stato il giornalista sportivo PAOLO VALENTI con estratti del suo libro “CI VORREBBE UN MONDIALE” (Ultra): come diceva Federico Buffa in apertura di una sua fortunata serie televisiva, i Mondiali hanno scandito i tempi della nostra vita, e sempre lo faranno. Uno stile fluido che trova molteplici strade per legare le vicende del protagonista Pascal a quelle della Nazionale impegnata nel torneo che è massima espressione dello sport più popolare del mondo. Prefazione di Mario Kempes.

Dopo il momento di reading, un momento di gioco, che ha preso il via con il calcio d’inizio del rugbista Maxime Mbandà. Un torneo a 4 squadre, ciascuna composta da una rappresentanza di 3/4 bambini/e di scuole calcio dei quartieri romani partecipanti al torneo, che ha coinvolto bambini e bambine nati nel 2011/12. Il torneo, si è concluso con un pareggio per tutti.

Le gare sono state dirette da due giovani della scuola arbitri (ragazzo e ragazza) e 4 glorie calcistiche che hanno allenato e portato in campo le squadre del torneo. Per dare forza ed entità al progetto le squadre hanno avuto nomi simbolici come Coraggio con Andrea Agostinelli, Unione con Marco Amelia, Forza con Roberto Scarnecchia e Passione con Gioia Masia.

Nella pausa fra le partite sono intervenuti: ANTONIO TESSITORE, Presidente del Corso di Laurea L22 Scienze Motorie e Sportive Università Foro Italico di Roma, ROSSANA CIUFFETTI, Direttrice Scuola dello Sport, e SIMONETTA PATTUGLIA Direttrice del Master Economia e Management della Comunicazione e dei Media e del Master in Marketing e Management dello Sport dell’Università̀ di Roma Tor Vergata.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...