ELIO E LE STORIE TESE, TRIO MEDUSA e CESVI: grande successo per IL CONCERTOZZO all’Arena Fiera Bergamo. Devoluti 100.000 euro per la ricostruzione delle strutture educative a Buča in Ucraina e il supporto psicologico alla popolazione

Grande successo per IL CONCERTOZZO all’Arena Fiera Bergamo, la festa di fine sfiga che ha celebrato la ripresa della musica live, fortemente voluta da ELIO E LE STORIE TESE, TRIO MEDUSA e CESVI a coronamento del progetto #insiemeperlamusica.

Grazie ai tanti fan accorsi all’evento, sold out con 7500 biglietti venduti, sono stati raccolti 100.000 euro da devolvere per l’Emergenza Ucraina.

Lunedì 1 agosto, Elio e le Storie Tese e il Trio Medusa hanno consegnato a CESVI l’assegno di 100.000 euro che saranno destinati alla ripartenza di Buča, città dell’Ucraina: verranno effettuati interventi di riparazione e ristrutturazione di strutture educative, per garantire il rientro dei bambini negli asili e nelle scuole a settembre, e verrà attivato un centro diurno che offrirà attività ludico-ricreative ad oltre 3.000 minori e un supporto psicosociale per il trattamento dei sintomi da stress post traumatico per mamme e bambini.

Questa cifra raccolta, si aggiunge ai 150.000 euro che il progetto #insiemeperlamusica, nato nella primavera del 2020, aveva devoluto a 46 band emergenti per aiutarle nel periodo della pandemia.

«La nostra Woodstock bergamasca ha puntato i riflettori su molti temi attuali, dalla necessità di sostenere le band emergenti meritevoli, all’importanza di non dimenticare che vicino a noi si sta combattendo una guerra. Speriamo che il nostro contributo serva ad aiutare chi è davvero in difficoltà e ringraziamo quindi tutti gli spettatori che sono intervenuti con tanto entusiasmo, i nostri amici del Trio Medusa e del CESVI, oltre a tutti quelli che hanno contribuito alla realizzazione di questa serata speciale», affermano Elio e le Storie Tese.

«Lo strepitoso successo del Concertozzo – dichiara Roberto Vignola, vice direttore generale di CESVI – dimostra ancora una volta che la mobilitazione collettiva può fornire una risposta concreta alle impellenti emergenze sociali. Gli Elio e le Storie Tese, il Trio Medusa e i loro fan hanno, insieme a noi, sostenuto due emergenze collettive di diversa natura: quella del mondo della musica e delle band indipendenti duramente colpite dalle continue restrizioni durante l’ondata pandemica e ora, con questo magnifico evento, gli interventi di emergenza di CESVI a Buča, una delle città ucraine divenute simbolo dell’occupazione russa nei primi mesi del conflitto. Ancora una volta, Elio e Le Storie Tese, Trio Medusa e tutti i partner dell’iniziativa ci hanno permesso di trasformare l’orrore in amore».

«Il detto vuole che a rendere perfetta una torta occorra una ciliegina da posare in cima. Concluso il Concertozzo scopriamo che di ciliegine ne abbiamo addirittura 100.000! Per noi – afferma il Trio Medusa – è un sogno che non ha mai fine; gli amici Elio e le Storie Tese ci hanno regalato un concerto epico, con Cesareo presente nonostante l’infortunio alla gamba, con l’arrivo eccezionale ed inatteso di Rocco Tanica, un pubblico meraviglioso e generoso che ci ha sostenuto nel live a Bergamo e durante la diretta con tutto il gruppo speciale di ChiamateRomaTriUnoTriUno su Radio Deejay che ci ha appoggiato sin dalla prima follia: chiedere agli Elio e le Storie Tese di tornare eccezionalmente insieme per festeggiare “il fine sfiga”. E poi il CESVI. Sapere che i fondi raccolti saranno gestiti da loro è per noi garanzia di successo. Porteremo un po’ di aiuto a chi ne ha bisogno e questo ci rende felici e orgogliosi».

Il Concertozzo è stato trasmesso in diretta su Radio Deejay, media partner dell’evento, con il commento e la partecipazione del Trio Medusa. Oltre a Elio e le Storie Tese, grazie anche alla collaborazione di Open Stage che ha fornito due speciali postazioni musicali, si sono esibite le band: Elianto, Chibo, Fabio Celenza, The Pax Side Of The Moon, Elli De Mon, Percorsi di-versi, Zi Rock and His Little Toys, Silvio Cavallo, Pepp1 con Chiara L’altra, Elton Novara e Viadellironia.

Promoberg – la società che gestisce la Fiera di Bergamo, trasformata nei mesi più duri in ospedale da campo – ha offerto gratuitamente i suoi spazi per organizzare il Concertozzo.

credit foto Francesca Gaudenzi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...