Dal 4 novembre arriva in radio “non è normale”, il nuovo singolo di ROSA CHEMICAL

Dal 4 novembre arriva in radio “non è normale” (Capitol Records/Universal Music), il nuovo singolo di ROSA CHEMICAL, prodotto da Michele Canova e Rosa Chemical. L’artista re del politicamente scorretto e del non convenzionale torna sulle scene per mettere in discussione ciò che può essere definito normale, rompendo gli schemi rispetto ai concetti di consuetudine e ordinarietà.

Normale: Che segue la norma, conforme alla norma, quindi consueto, ordinario, regolare (Treccani).

Ma cosa può essere definito normale oggi? Chi traccia i confini tra ciò che può essere considerato ordinario e quello che non rientra in questa categoria? ROSA CHEMICAL in questo singolo grida che la percezione della normalità è soggettiva, che non tutto ciò che appare ordinario lo è effettivamente e che nessuno deve sentirsi sbagliato o difettoso se è fuori dall’ordinario.

“Nella società attuale ciò che è normale per qualcuno spesso non lo è per molti altri, e chi è diverso o semplicemente fuori dall’ordinario viene giudicato come sbagliato, da rimettere a posto – racconta ROSA CHEMICAL – L’ho testato sulla mia pelle, siate ciò che volete, vivete in libertà e soprattutto non limitatevi. Non c’è nulla di più bello che convivere e ispirarsi l’uno con l’altro nelle proprie diversità”.

Con il suo peculiare sarcasmo in questo brano dalle atmosfere spensierate e frizzanti ROSA CHEMICAL danza sul confine del dissacrante, confermandosi un artista divergente, fuori dagli schemi, atipico e totalmente rivoluzionario nel modo volutamente provocatorio di trattare temi considerati ancora adesso un tabù.

Rosa Chemical, nome d’arte di Manuel Franco Rocati, è un artista di Grugliasco (Torino), classe 1998. Si avvicina al mondo dell’arte prima come pittore, tatuatore, modello e poi come writer, disciplina che gli fa conoscere il mondo del rap. I suoi brani più noti, come “Polka”, “Polka 2”, “Polka 3”, “Londra” e “britney ;-)” lo impongono nel panorama musicale urban attuale per i suoi testi eccentrici nati dall’esigenza di esprimersi senza filtri a 360°. Tra i temi maggiormente trattati la libertà di essere se stessi senza farsi condizionare dalle norme della società e l’amore libero.

Rispondi