ROMA – BANCO 24, in scena dal 2 al 18 dicembre al Teatro Martinitt

Dopo le paillette e le luci del Varietà, l’occhio attento del teatro di via Pitteri si spinge, sempre con garbo e sensibilità, in un cono d’ombra, carico di sentimenti, emozioni e spunti di riflessione, e si unisce a suo modo alle celebrazioni della Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne. Niente femminicidi qui: sotto i riflettori, la violenza ancora troppo sottovalutata dei soprusi non fisici, raccontata tra amore e odio, speranze e rimpianti, segreti e confessioni e tanta voglia di rivalsa. In scena fino al 18 dicembre.  

Appena celebrata, il 25 novembre, la Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne, abbiamo scelto di mandare in scena uno spettacolo scritto da una donna, interpretato da donne, sulle donne e le loro risorse profonde anche nella disperazione. Una commedia emotiva ed emozionante, che racconta dei tanti tipi di violenze, spesso più subdole di quelle fisiche, che l’emisfero femminile si trova troppo spesso ad affrontare. Una commedia che è amara ma anche dolce, perché racconta del legame intimo, complicato ma indissolubile tra madre e figlia e sposta così il tema, delicato e sempre attuale, sull’asse generazionale.

In ROMA – BANCO 24, in scena dal 2 al 18 dicembre, gli ingredienti per coinvolgere qualsiasi tipo di pubblico ci sono tutti: amore, crimine, speranza, rimpianti, violenza, segreti, odio, paura, coraggio e voglia di rivincita.

ROMA – BANCO 24 – di Gabriella Silvestri, diretto da Federico Vigorito, con Gabriella Silvestri e Valentina Marziali. Prodotto da Ginevra Media Production.

In una borgata romana, tra storie di ordinaria criminalità, scontri generazionali, segreti, odio e amore, si consuma la storia di Loredana, ex prostituta, che con fatica gestisce un banco alimentare in un mercato rionale e di sua figlia Karida, di 17 anni, studentessa con un futuro da pasticciera. Una favola tra bianchi e neri che racconta l’amore, la violenza e la voglia di rivincita. In attesa di un brindisi notturno per festeggiare il compleanno di Karida, Loredana decide di confessare un segreto che ormai non riesce più a tacere: ha contratto un pesante debito con un usuraio dell’est. A complicare le cose, il criminale senza scrupoli mette gli occhi su Karida. Loredana perde la lucidità e in preda alla disperazione totale, decide di rimettersi “sul mercato”. Karida la guarda attonita e disgustata e ne scaturisce uno scontro che trascende le generazioni. Di fronte a un destino che sembra già scritto, Karida decide di intervenire con un sacrificio estremo… Come finirà? Di certo le loro vite cambieranno per sempre.

Per lo spettacolo sono valide le promozioni:

MARTEDÌ A TEATRO – biglietto a 16 euro anziché 26 euro

MERCOLEDÌ A TEATRO – biglietto a 20 euro, comprensivo di aperitivo

Rispondi