Su Rai 2 la nuova edizione de “Il Collegio”, viaggio nel 2001

Come sarebbe vivere di nuovo nel 2001? A rispondere a questa domanda sarà la nuova edizione de “Il Collegio” al via su Rai 2 da domenica 24 settembre alle 21.20. Il docu-reality, realizzato in collaborazione con Banijay Italia, quest’anno porta, infatti, i protagonisti nel 2001, l’anno più vicino ai giorni nostri da quando è iniziato il format. 
Prima novità di questa stagione è la voce narrante, interpretata da Stefano De Martino, conduttore e volto del canale, che accompagnerà il racconto della vita quotidiana dei 23 protagonisti. Anche il luogo che ospiterà le avventure dei collegiali sarà un nuovo edificio: il Collegio San Francesco a Lodi. Il percorso dei ragazzi avrà – per la prima volta – un suo fulcro anche in una competizione per determinare chi, per merito, può concorrere a una Borsa di studio per un periodo di formazione negli Stati Uniti, assegnata allo studente che nella graduatoria finale avrà ottenuto la migliore media di voti e i crediti individuali superiori. I collegiali si cimenteranno, infatti, in attività di gruppo che permetteranno loro di acquisire dei crediti e dovranno quindi impegnarsi puntata dopo puntata per conquistare il privilegio di trascorrere un periodo all’estero presso realtà d’eccellenza che possano contribuire alla loro formazione. 
Ultima novità le “masterclass” con docenti “speciali” del mondo dello spettacolo, della musica e della cultura come: l’attore Antonio Orefice di Mare Fuori, che darà i giusti consigli per una rappresentazione teatrale, il cantautore Leo Gassmann per una lezione di canto; Joe Bastianich per mettere alla prova i collegiali con la lingua inglese; Raimondo Todaro per una lezione di latino-americano e BarbaScura X per una lezione di fisica.
Per i collegiali quest’anno la parola d’ordine è “globalizzazione”, un fenomeno che, in quegli anni, parte dall’economia e investe cultura e comunicazione. Il 2001 è anche l’anno dell’attentato alle Torri Gemelle; il telefonino diventa mezzo di comunicazione privilegiato; internet si impone sempre più come lo strumento di informazione preferito e l’ambientalismo comincia ad affermarsi come una tematica a cui prestare molta attenzione. In quell’anno a Sanremo, sotto la conduzione di Raffaella Carrà vince la giovanissima Elisa con “Luce”; Fiorello fa il suo grande ritorno in tv e diventa personaggio dell’anno; la Roma vince il suo terzo scudetto, Totti si consacra nella storia del calcio italiano e Don Matteo diventa un vero e proprio cult.
Il Collegio 2001 avrà la struttura di un vero college americano: due indirizzi sperimentali, due diversi percorsi, fra cui i collegiali potranno scegliere: da un lato la specializzazione in arte, rivolta a favorire lo sviluppo di un approccio creativo; dall’altro l’indirizzo linguistico, maggiormente razionale e pragmatico, strutturato sull’insegnamento delle lingue più parlate al mondo: inglese, spagnolo e cinese. La disciplina da strumento “correttivo” diventa più un modo per far emergere le potenzialità dei collegiali: chi viene espulso dal Collegio perde una grande occasione di crescita personale. In linea con i tempi moderni la tecnologia fa il suo ingresso sulla scena delle giornate degli studenti. Ai ragazzi verranno consegnati, per periodi di tempo definiti, dei telefonini con carta prepagata che dovranno gestirsi fino ad esaurimento credito e anche i professori utilizzeranno i cellulari dell’epoca. Nel Collegio ci sarà una sala computer dove gli studenti potranno seguire delle lezioni di informatica con internet a 56k; ogni aula avrà un proiettore con il quale i docenti potranno fare lezione; nella sala ricreativa e per le lezioni di musica ci saranno cd, dvd e videocamere. Infine, per le comunicazioni, sia per la sveglia mattutina che per info di servizio, verrà utilizzata la filodiffusione.
 
I professori
Oltre al Preside Paolo Bosisio e allo storico Professor Andrea Maggi si registra il ritorno dell’amata professoressa di matematica e scienze Maria Rosa Petolicchio, ma anche quello di Annamaria Petolicchio di storia e geografia; Alessandro Carnevale di arte e David Wayne Callahan per le lezioni di inglese.
Tra le new entry invece: l’insegnante di cinese Sha Zhu, il direttore artistico Pietro Pignatelli; l’insegnante di educazione fisica Laura Serena e quella di spagnolo Patricia Mabel Saconi.
 
Corpo extra docente
Tra le fila dei sorveglianti tornano la veterana Lucia Gravante e Matteo Caremoli. e torna anche il bidello Enzo Marcelli.
 
Gli studenti
Marta Battaglia 15, Resuttano (CL); Alessia Berchicci 14, Montesarchio (BN); Flavio Bertuzzi 15 Riccione (RN); Giorgia Ceccarelli 16, Pisa; Anita Pia Costanzo 14, Succivo (CE); Cecilia D’Ammassa 15, Aquino (FR); Helena Del Pozzo 17, Messina; Enrico Di Clemente 17, Carpi (MO); Luca Galise 17, Cava de’ Tirreni (SA); Anna Garau 15, Tonara (NU); Rocco Ryan Greco 15, Gela (CL); Guglielmo Grosso 14, Napoli; Carmelina Iannoni 14, Roma; Ilary Iolli 15, Cassino (FR); Mahdi Khouya 17, Vienne – Francia; Daniele Marrone 16, Cagnano Amiterno (AQ); Diego Natale 16, Grosseto; Denise Pagani 15, Costeggiola (VR); Christopher Parolin 16, Bassano del Grappa; Giuseppe Puppio 17, Cosenza; Anna Rita Santeramo 16, Barletta (BAT); Frida Schiavi 16, Brembate di Sopra (BG); Mirko Stellato 17, Sant’Angelo in Formis (CE).
Su Rai Play sono già disponibili i provini più divertenti e tutte le backstories dei partecipanti.
Il Collegio, realizzato in collaborazione con Banijay Italia, è basato sul format internazionale “Le Pensionnat – That’ll teach’em” di cui la Rai ha acquisito i diritti. È un programma di: Magda Geronimo. Scritto con Marco Cappellini, Barbara Ferrando, Glenda Manzi, Veronica Pennacchio, Veronica Rossi, Alessandro Saitta, Elia Stabellini, Alessandro Tassone.

Rispondi