MITO SettembreMusica 2018 presenta   MUSICA SOSPESA. Le invenzioni di Telemann nella raffinata interpretazione de La Mole Armonica, Ensemble dell’Orchestra Sinfonica Nazionale Rai

L’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai porta a MITO SettembreMusica il suo ensemble barocco. Mercoledì 5 settembre, ore 21allo Spazio Teatro 89, La Mole Armonica, uno dei numerosi gruppi cameristici di altissimo livelli nati dalla compagine orchestrale RAI, presenta un programma interamente dedicato all’estro imprevedibile di Georg Philipp Telemann (1681-1767), sperimentatore prolifico, la cui sfrenata fantasia ha dato vita a creazioni sospese tra le forme barocche e una chiara proiezione verso il futuro.

Con il suo profilo di autentico festival diffuso, presente su tutto il tessuto metropolitano, MITO SettembreMusica porta sul palco di Spazio Teatro 89, a Quarto Cagnino, a Milano, tre brani del compositore tedesco: il Concerto in la maggiore per flauto traversiere, violino, violoncello, archi e continuo TWV 53:A2, il Concerto in sol maggiore per viola, archi e continuo TWV 51:G9 e l’Ouverture-Suite in sol maggiore per archi e continuo TWV 55:G10 “Burlesque de Quixotte”.

L’attenzione che questa serata dedica alla sterminata produzione di Telemann è ancora più preziosa se si pensa che, per quanto la rilevanza del sommo compositore di Magdeburgo sia ormai unanimemente riconosciuta dagli studiosi, di fatto stenta a conquistare vaste schiere di pubblico come meriterebbe. Eppure il prolifico e cordiale musicista di Magdeburgo – caduto nell’oblio più totale dopo la morte – compose di tutto e di più: partiture per il teatro, almeno 50 passioni, oltre 30 oratori, quasi 1800 cantate sacre, messe, salmi, mottetti, opere didattiche e tastieristiche, oltre 600 pagine strumentali per non dire delle opere perdute.

Stupefacente il livello qualitativo: l’elemento stilistico peculiare della sua scrittura, ancora legata a modelli tardo- barocchi, è già proiettato verso una nuova e più moderna espressività prossima al cosiddetto stile galante, di segno, a tratti, già pre-classico. Una musica sospesa tra passato e futuro e destinata alla facoltosa (e illuminata) borghesia amburghese, contrassegnata da una matrice sovra-nazionale, sia pure concepita con un occhio speciale al goût di marca francese.
La raffinata eleganza del Concerto TWV 53:A2 ne è un chiaro esempio. In assoluto uno dei più straordinari lavori strumentali di Telemann (parte della I serie della Musique de table, 1733), rifugge la prevedibilità e l’austera dottrina di molti brani coevi e si contraddistingue per scorrevolezza e colloquiale piacevolezza di ascolto, grazie agli amabili conversari tra gli strumenti. Alla soavità bucolica del Largo e del Gratioso in ritmo di siciliana corrispondono la svettante allure del primo Allegro, dove traversiere e violino hanno un ruolo fortemente concertante, nonché la pimpante serenità dell’icastico Allegro conclusivo. Appena un poco meno accattivanti i singoli tempi del più conciso Concerto TWV 51:G9 dagli stilemi vistosamente corellian-vivaldiani, in cui è la sonorità ambrata della viola a conferire uno speciale “colore” al tutto.

Da ultimo le arguzie psicologiche della spassosa Suite su Don Chisciotte: l’ironia della cerimoniosa (pseudo)-solenne ouverture, i topoi barocchi, piegati a una personale sensibilità nel delineare prima il sonnacchioso Réveil del protagonista, quindi il suo deciso Attaque des moulins e il sospiroso vagheggiamento di Dulcinea, il ritratto del baldanzoso Sancho (che musicalmente strizza l’occhio a Händel come alla bachiana Badinerie); e ancora l’irresistibile effervescenza della Galoppe e infine la caricaturale bonomia del proverbiale personaggio colto nell’atto di ritirarsi, pago delle sue “eroiche” imprese. Impossibile non restarne conquistati al primo ascolto.

Il concerto è preceduto da una breve introduzione di Luigi Marzola.
Il testo si avvale del contributo musicologico di Attilio Pivano.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...