Recensione dei corti Blasé e La Figlia di Mazinga di Enrico Acciani

Il personaggio di cui vogliamo parlarvi oggi si chiama Enrico Acciani, giovanissimo regista di grande talento che a soli 24 anni già vanta numerose regie.

Ha girato due cortometraggi presenti a Cannes nella categoria Short Film Corner, che hanno riscosso un grande successo. Si tratta di “Blasè”, che affronta la tematica dell’alienazione umana nella metropoli, così come la concezione dell’uomo blasé formulata nell’opera di Simmel The Metropolis and Mental Life, nel 1903. Il corto è ambientato in una grande capitale come Londra e racconta quella sensazione di straniamento dalla realtà circostante, non attraverso le parole ma espressa con il volto e con il linguaggio del corpo della protagonista. “La Figlia di Mazinga” invece è incentrato su una storia di riscatto e di conquista della propria libertà. Al centro del corto c’è Franco Mazinga, squattrinato e violento padre di Christine, che sfrutta la figlia come modella in alcuni set fotografici, finchè la ragazza, stanca di sottostare al papà-manager decide di fuggire lontano per rifarsi una nuova vita, lasciandolo solo con i suoi rimorsi.

Acciani intanto si sta preparando per girare il suo primo lungometraggio dal titolo “Miodesopsie”, che  parla di Alba, una donna di 30 anni, che lavora come guardia notturna in un museo di arte moderna. Soffre di miodesopsie, le mosche volanti che vediamo nel cielo: lei ne vede troppe rispetto al normale. Vive sola, con il suo cane, in una casa forse troppo grande per lei, prima abitata anche dalla sua ex fidanzata, Elettra. Scatta inspiegabilmente l’allarme al Museo e la direzione dello stesso decide di affiancare ad Alba un ragazzo molto magro, scarno e spesso impacciato, chiamato Glauco. Il film oscillerà fra introspezione e sociologia, raccontando la depressione e la malinconia, osservando come uno spettatore la realtà che ci circonda.

F.M.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...