“2020, oggetti smarriti” è il titolo della nuova puntata di “Frontiere”

Tutto quello che negli ultimi 12 mesi non è accaduto, tutto quello che questo “annus horribilis” ci ha portato via: abbracci, sorrisi, viaggi, socialità, spettacoli dal vivo e tanti eventi che avrebbero scandito il tempo che abbiamo trascorso, invece, fra zone rosse e coprifuoco. Sono tra i tanti oggetti smarriti lungo questo 2020. Di questo si parla a “Frontiere”, in onda sabato 19 dicembre alle 16.30 su Rai3. “Anno bisesto anno funesto”, recita la tradizione popolare. E il 2020 si è portato via anche tante vite, con oltre 700mila decessi complessivi, anche tra i “grandi”, e non solo a causa del Covid. Si è portato via persino le Olimpiadi, e colpito duramente addirittura il calcio, re degli sport di massa, costretto agli stadi vuoti. Ma anche in un anno buio come questo, si accendono piccole luci: gli italiani nel 2020 hanno letto di più, anche se in modo nuovo. E nonostante tutto non abbiamo perso la nostra umanità. Forse, usciremo da questa tremenda esperienza con una rinnovata consapevolezza e una nuova classifica di ciò che è essenziale e cosa non lo è, e riusciremo a lasciarci alle spalle questo drammatico 2020 come si trattasse di un brutto sogno collettivo. Di tutto questo parleranno giornalisti, esperti e addetti ai lavori come Novella Calligaris, Elisabetta Sgarbi, Paolo Crepet, Ivan Zazzaroni, Max Casacci, Ricky Tognazzi, Stefano Massini, Maurizio Molinari, e tanti altri.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...