SCI ALPINO: Alice Robinson ha vinto l’ultimo gigante femminile stagionale a Lenzerheide, quarto posto per Federica Brignone. La Coppa di specialità è stata conquistata da Marta Bassino. Le dichiarazioni delle azzurre e di Lara Gut-Behrami

Alice Robinson ha vinto l’ultimo gigante femminile stagionale a Lenzerheide con il tempo di 2’19″48, davanti a Mikaela Shiffrin per 28 centesimi e a Meta Hrovat per 48. Quarto posto per Federica Brignone, a 1″29 dalla vincitrice, mentre Marta Bassino ha chiuso settima ed Elena Curtoni tredicesima.

La Coppa del Mondo di specialità è andata a Marta Bassino che nel corso della stagione ha conquistato quattro vittorie e un secondo posto per un totale di 546 punti, davanti a Mikaela Shiffrin a quota 420 punti e a Tessa Worley con 391 punti.

Simone Zamignan ha raccolto le dichiarazioni a caldo delle azzurre e di Lara Gut-Behrami:

Marta Bassino: “Racchiusa nella Coppa c’è un’intera stagione, il lavoro di ogni giorno, un insieme di risultati legati anche alle passate annate che mi hanno portato a questa vittoria. Quello che mi ha reso più soddisfatta e orgogliosa di me stessa è che sono partita vincendo a Soelden e sono riuscita a mantenere alto il livello fino alla fine anche se nell’ultima parte ho fatto fatica perché le energie iniziavano a calare. In uno sport come il nostro nulla va dato per scontato, quindi ho affrontato la stagione gara dopo gara senza pensare all’obiettivo della Coppa. In un’annata difficile per il contorno avere qui i miei genitori e poter festeggiare insieme è stato bello”.

Elena Curtoni: “Nel complesso sono abbastanza contenta, visto il mio livello di gigante quest’anno e il poco allenamento fatto a inizio stagione. Ho raggiunto l’obiettivo di arrivare nelle prime 15. E’ stato molto emozionante il saluto della squadra azzurra ad Irene, io ho corso la mia prima gara nel 2010 e lei c’era, è bello vederla smettere con il sorriso dopo che ha deciso lei di lasciare lo sci. Non è facile restare a quei livelli per tanti anni, la stimo molto e sono orgogliosa di lei e sarà sempre il mio punto di riferimento”.

Lara Gut-Behrami (che si è ritirata dopo tre porte nel corso della prima manche): “Siamo stanche, oggi era una giornata no e ho preferito non farmi male. Mi era successa una cosa simile alle Olimpiadi in supercombinata, ho voluto provarci ma alla seconda porta ho visto che c’era del ghiaccio sul muro davanti e ho deciso di non rischiare. Non è stata una scelta per protesta come alcuni hanno pensato. E’ stata una stagione lunga e particolare per tutti, in cui ho trovato buone sensazioni sugli sci. Chiaramente il fatto di avere sempre il mio preparatore presente mi ha aiutato a gestire meglio le energie ed è diventato più semplice sciare”.

Federica Brignone: “Ero stanca e non ne potevo più, probabilmente per come sto sciando adesso se fossi stata motivata avrei potuto fare un buon risultato. Nella seconda manche ho provato a sciare decentemente e ho chiuso al quarto posto. E’ la mia seconda miglior stagione della carriera, è stata difficile per il contorno, per la situazione. Ora mi prenderò una pausa e poi vedremo”.

credit foto Fisi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...