Intervista con Pierdavide Carone: “Casa è il posto in cui tornare quando ci si sente soli, abbandonati, lontani anche da se stessi”

Il 28 maggio esce “Casa” (Artist First), il nuovo disco di Pierdavide Carone che arriva a nove anni di distanza dal precedente “Nanì e altri racconti”.

Anticipato dal singolo “Buonanotte”, pubblicato ad aprile, il progetto contiene dieci canzoni ed è stato prodotto da Marco Barusso e Pierdavide Carone, ad eccezione di tre brani che portano la firma di Federico Nardelli e Giordano Colombo, e racconta un percorso di crescita personale e artistica nonché il lavoro fatto dal cantautore negli ultimi tre anni, in cui Pierdavide è tornato a scrivere, è stato costretto a fermarsi per problemi di salute ed è poi finalmente rientrato in studio per terminare le registrazioni.

Venerdì 28 maggio, giorno dell’uscita del disco, alle ore 21.30, l’artista presenterà in anteprima live, sul palco della Streaming Arena, il suo nuovo album di inediti.

Qui la nostra video intervista:

Pierdavide, partiamo dal titolo del tuo nuovo disco. Cos’è per te “Casa”?

“Casa è il posto in cui tornare quando ci si sente soli, abbandonati, a volte lontani anche da se stessi. Casa è quel posto conosciuto dove sentirsi un po’ ovattati, coperti. Può essere anche una persona che ti dà quelle sensazioni”.

Come hai lavorato a questo nuovo progetto che arriva a nove anni di distanza da “Nanì e altri racconti”?

“Questo disco a livello di scrittura parte da lontano perché ho iniziato a scriverlo alla fine del 2016 quando da Roma mi sono trasferito a Milano e ho cambiato tante cose, etichetta discografica, vita, casa, amore, amicizie, e quindi risente molto di questa transizione. E poi arriva il momento in cui con Marco Barusso abbiamo cominciato a registrare alcune canzoni ma nel mentre, essendo uno che non si ferma mai, sono arrivati altri brani tra cui Caramelle che ha generato una serie di eventi a catena, che mi hanno portato per un attimo lontano da questo disco ma in posti molto belli, intensi e dolorosi visto il tema affrontato e di conseguenza si sono aperti dei microfile con una parte legata a Nardelli, Colombo e ai Dear Jack con cui ho collaborato anche in Non mi importa niente e Buonanotte, il singolo che realmente anticipa Casa. E’ un disco dalla gestazione molto lunga e spero possa avere una vita altrettanto lunga”.

“Buonanotte” è un singolo in cui racconti che a volte abbiamo paura della felicità e non riusciamo a godere delle piccole cose…

“E’ una canzone sulle contraddizioni scaturite dalla felicità e in generale dai sentimenti, infatti è ricca di ossimori, come la nostra testa quando siamo felici. “E’ troppo bello per essere vero” è un’espressione che tradisce un certo tentativo dell’essere umano di disinnescare questa felicità perchè non sembra vera. Quindi alla fine di tutte queste elucubrazioni quello che chiedo alla persona che sta condividendo con me la felicità ma anche a me stesso è smettere di pensare e agire, attraversare la felicità perché tutto sommato ci spetta di diritto”.

Ascoltando il disco mi hanno colpito due tracce in particolare: la prima è “Tutto tranne te” che mi ha ricordato quelle atmosfere suggestive e poetiche di “Com’è profondo il mare” di Lucio Dalla…

“Armonicamente e anche nella velocità con cui cadenzo soprattutto le strofe probabilmente c’è un debito magari inconscio nei confronti di Lucio, credo che per me sia anche inevitabile visto il mio passato e i miei trascorsi con lui. Quello che volevo fare era sospendermi da ogni pensiero, da ogni accelerazione a cui veniamo sottoposti continuamente. E’ una canzone votata all’ammirazione. “Voglio parlare solo della tua bellezza” puoi dirlo a una donna, a un uomo, a un quadro o alla natura. Ogni tanto bisognerebbe fermarsi e osservare la bellezza. Credo che questa canzone sia vicina non solo musicalmente ma anche come tematiche a Lucio che quando cantava l’amore, cosa che accadeva raramente, lo faceva in maniera molto contemplativa, in modo non canonico”.

5M8A0002

L’altro brano è “Un breve istante di eternità” in cui citi diversi supereroi dei cartoon, da Spiderman a Batman e Superman, ma anche campioni del calcio moderno come Messi e Ronaldo e grandi attori di Hollywood come Clooney e Depp, dicendo che anche se tu non sei come loro puoi ugualmente provare a rendere felice la persona che ami…

“Questa canzone è una confessione di debolezza e vulnerabilità che è parte di tutti noi che siamo frangibili e magari quando ci stiamo approcciando a una persona che ci interessa e con cui pensiamo anche di poter costruire qualcosa tendiamo a mettere una maschera come fanno i supereroi, o a mostrare solo la parte migliore di noi che forse non lo è nemmeno ma è come noi vorremmo vederci allo specchio. Cerchiamo di incipriarci a tal punto da sembrare perfetti agli occhi della persona che abbiamo scelto o che vorremmo scegliesse noi. Invece in questa canzone cerco di fare quello che non sempre mi è riuscito nella vita, cioè un outing dei nostri difetti, passarli in rassegna, dire che sono così e magari sono sbagliato e ho tante caratteristiche incompatibili con te ma se tu lo sai e riesci a coccolare queste mie frangibilità e se vuoi che faccia altrettanto forse abbiamo la possibilità di essere felici”.

cover_3000x3000px

Venerdì 28 maggio presenterai in anteprima live il disco sul palco della Streaming Arena. Puoi anticiparci cosa vedremo? In estate hai in programma dei concerti?

“Il concerto che faremo il 28 maggio per Streaming Arena inizierà con un pre-show in cui mi sono preso il lusso di omaggiare cantautori che hanno rappresentato qualcosa per me. Poi ci sarà il momento dedicato al disco che verrà eseguito da me e dalla mia band dalla traccia uno alla dieci, esattamente seguendo l’ordine con il quale spero che la gente avrà ascoltato l’album nelle poche ore precedenti l’uscita per poi vederlo quando lo presenteremo. Ci saranno due cose importanti nel concerto, una sorpresa che non posso svelare e l’altra che riguarda i Dear Jack che sono in una fase un po’ particolare della loro carriera e delle loro vite e hanno deciso di prendersi una pausa. Un giorno ho ricevuto la chiamata di Riccardo Ruiu che mi ha chiesto a chi dovesse mandare la lettera per l’assunzione come batterista. Siccome questo concerto e quelli che spero verranno saranno molto legati a “Casa” che a sua volta è legato ai Dear Jack e alle loro sonorità perchè oltre a Caramelle Riccardo ha suonato la batteria anche nella traccia d’apertura “Non mi importa niente”, ho pensato che fosse giusto averlo con me sul palco. Per quanto riguarda i concerti stiamo cercando di far sì che questo album abbia il tour che si merita e vedremo cosa succederà, non è semplice ma sono fiducioso. Quello del 28 maggio sarà un bellissimo live in streaming ma spero anche che sia l’unico con questa modalità, per questo disco che si chiama Casa e che vorrei portare nelle case delle persone”.

Ti va di regalarci un ricordo del Maestro Franco Battiato, di cui nel 2011 hai aperto alcuni concerti?

“Il mio più grande rammarico è non avere ricordi diretti. La mancanza di audacia a 22 anni e l’immensa aura che emanava Franco Battiato anche solo passandoti vicino hanno influenzato il fatto che potessi trovare la forza per interagirci. Mi dispiace perchè avrei potuto imparare molto da lui, più di quanto già ho fatto stando nel mio angolo quando era il momento di scendere dal palco per fare salire lui. Poi qualche mese dopo ho incontrato Lucio Dalla e memore di quell’esperienza non ho commesso lo stesso errore. Prima di cimentarmi con il disco nel concerto in streaming farò quattro cover e la prima sarà “Up Patriots To Arms” perché quel tour a cui ho avuto l’onore di fare da opening act si chiamava così e mi sembrava giusto e doveroso aprire il live dedicando un po’ di tempo a Franco Battiato nel personalissimo ricordo e legame che ho, di e con lui”.

di Francesca Monti

credit foto Virginia Bettoja

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...