Buon compleanno, Roberto! La programmazione Rai per i 70 anni di Benigni

Ironico e dissacrante, attore e regista da premio Oscar, lettore e divulgatore della Divina Commedia, della Costituzione Italiana, dei Dieci Comandamenti. Difficile riassumere Roberto Benigni in poche parole, almeno quanto offrire una completa panoramica di quella carriera che, nel 2021, gli ha fruttato il Leone d’oro al Festival del Cinema di Venezia. In occasione del settantesimo compleanno del toscano più famoso al mondo, secondo solo a Dante Alighieri, la Rai offre una programmazione dedicata. Un omaggio partito già da lunedì 24 ottobre su Rai Movie con “Visti da Benigni” (ampia selezione delle partecipazioni di Roberto Benigni al programma “L’altra domenica” nei panni di uno stralunato critico cinematografico) in onda alle 21 tutti i giorni fino a venerdì 28 ottobre.
Giovedì 27 ottobre, giorno in cui Roberto Benigni è nato settant’anni fa a Castiglion Fiorentino, gli spazi dedicati percorreranno l’intera giornata: dall’anteprima di “Uno Mattina” (Rai 1 alle 8.55) a “I fatti vostri” (Rai 2 alle 11.00) che al compleanno del regista Premio Oscar dedica lo spazio curato dal professor Broccoli con l’ausilio di materiale di repertorio. Dai servizi all’interno delle varie edizioni del notiziario di RaiNews24 alle rubriche di Rai Storia. Nello specifico, sul canale 54 del digitale terrestre, “Il giorno e la storia” ricorda due dei più grandi successi cinematografici di Benigni: “Non ci resta che piangere” (1984) in coppia con Massimo Troisi e “La vita è bella” (1999) premiato con tre Oscar. Sempre su Rai Storia, “Eventi” ripropone alle 19.30 sequenze tratte da “L’altra domenica” con Renzo Arbore che intervista Benigni sul cinema mentre alle 19.45 un estratto della “Domenica con” permette di riscoprire una sequenza di “Telepatria international ovvero niente paura… siamo italiani” (1981) dove un giovane Benigni veste i panni di Dante Alighieri.
Il portale Rai Cultura ripropone la divertente intervista di Alberto Negrin all’attore e regista toscano dal titolo “Benigni sono io” al sito www.raicultura.it/cinema/articoli/2022/09/Roberto-Benigni-Il-mio-carattere-Strepitoso-0388f984-1b70-4bc8-8292-94367ff849cd.html
RaiPlay mette a disposizione sulla piattaforma una collezione dedicata che comprende film, speciali e programmi: “Pinocchio” di Matteo Garrone (2019); “Il minestrone” di Sergio Citti (1985); “I giorni cantati” di Paolo Pietrangeli (1979); “Opinioni di un clown”, uno speciale che ripercorre la carriera artistica di Roberto Benigni con rari materiali di repertorio; “Onda libera”, programma in 4 puntate (1976/77) che vede Benigni nei panni del contadino Cioni che interferisce con le frequenze televisive, diffondendo monologhi rivoluzionari; “Vita da Cioni”, programma in 3 puntate (1978) che raccoglie i monologhi teatrali con cui l’attore ha dato vita alle invettive di Mario Cioni.
L’intera offerta dei canali tv è rilanciata da http://www.raicultura.it e dai social. 
RaiPlay Sound propone, in home page, una striscia di contributi audio da vari programmi Radio Rai con interviste ed estratti da spettacoli di cui l’attore e regista è stato protagonista. 
Da segnalare, sempre per la radio, i contributi da “Hollywood Party – Il cinema alla radio”: brani da “Il piccolo diavolo” e “Non ci resta che piangere”; un originale ritratto di Benigni cantante proposto da Vincenzo Mollica in “Prima che mi dimentichi di tutto” e l’interpretazione di Benigni della voce recitante di “Pierino e il Lupo” di S. Prokofiev all’interno di “Note di fiaba”.

Rispondi