In occasione della ricorrenza del centennale, giovedì 27 ottobre, alle ore 21.15, Focus propone lo speciale «Marcia su Roma – nella mente del Duce»

In occasione della ricorrenza del centennale, giovedì 27 ottobre, alle ore 21.15, Focus propone lo speciale «Marcia su Roma – nella mente del Duce». L’approfondimento, a cura di Carlo Gorla, con la regia di Roberto Burchielli, produttore esecutivo Paola Tancioni, è condotto dal giornalista, scrittore e saggista Tommaso Cerno.

Il documentario, ambientato tra Milano e Roma, racconta la parabola del Duce, toccando alcuni luoghi-simbolo del Ventennio. A Milano, Piazza San Sepolcro, Piazza della Scala e DORS (Deposito Officina Rotabili Storici), di Fondazione FS italiane, con i suoi treni dell’epoca e stazione da cui Mussolini partì per la Capitale. A Roma, il Palazzo delle Esposizioni, il Palazzo della Civiltà, il Quirinale e la Rimessa Presidenziale di Roma Termini, sempre di Fondazione FS italiane: qui, infatti, si trova un vagone uguale a quello su cui Mussolini viaggiò nella notte tra il 29 e il 30 ottobre 1922, per andare a ricevere l’incarico di formare il governo da Vittorio Emanuele III.

Lo speciale – scritto da Tommaso Cerno, con Beba Slijepcevic, e la consulenza dello storico Amedeo Osti Guerrazzi e dello scrittore Enzo Antonio Cicchino – raccoglie le testimonianze di autorevoli esperti, come: l’ex segretario di Rifondazione comunista Fausto Bertinotti; il giornalista, saggista e scrittore Paolo Mieli; il critico d’arte e scrittore Vittorio Sgarbi; il drammaturgo, attore e regista Massimiliano Finazzer Flory; il direttore di Fondazione FS Italiane Luigi Francesco Cantamessa e il professore di Psicologia Clinica dell’Università Bicocca di Milano Fabio Madeddu che, insieme a filmati e materiale d’archivio, ricostruiscono e spiegano il clima del Paese in quell’epoca.

Intento di «Marcia su Roma – nella mente del Duce» è anche quello di mettere in luce le due narrazioni dell’evento: quello di come effettivamente si svolse e quello ufficialmente imposto al Paese da Mussolini.
Un resoconto ampio e storicamente accurato, che abbraccia anche l’aneddotica mostrando come i protagonisti della Marcia fossero le pedine di una gigantesca partita a scacchi, vinta dal Re Nero Benito Mussolini, contro gli uomini dell’intera classe liberale, cattolica e socialista.
Il documentario, inoltre, ha come obiettivo quello di provare a dare risposte a numerosi interrogativi: quali sono stati i trucchi e le strategie di questo gioco, che in breve condusse alla dittatura? Chi sono stati i protagonisti – gli Alfieri, le Torri, i Re, le Regine – e i giocatori di questo complesso attacco allo Stato liberale? Con quali mosse, Mussolini riuscì nello Scacco Matto e divenire così Il Duce?

«Marcia su Roma – nella mente del Duce» si avvale di filmati e materiale di archivio provenienti da Istituto Luce, Cineteca Milano e Getty Images, insieme al repertorio storico free di fondazioni e dagli archivi Mediaset. Il documentario è nato con la collaborazione editoriale dei partecipanti al Master Executive Programme in Creatività e Gestione dei Format Televisivi, della Luiss Business School di Roma.

Rispondi