Tanti auguri “Un Posto al Sole”! La celebre e amata soap spegne 25 candeline

“Un Posto al Sole” compie 25 anni. La prima puntata della soap più longeva di sempre della tv italiana, nata sotto la guida di Giovanni Minoli, allora direttore della terza rete Rai e ispirata al format australiano ‘Neighbours‘, è andata in onda infatti il 21 ottobre 1996, appassionando ogni sera milioni di spettatori, conquistati da storie avvincenti, tra amore, giallo, attualità, con una particolare attenzione ai problemi sociali. Criminalità organizzata, tossicodipendenza, violenza sulle donne e stalking, bullismo, ludopatia, adozione e infanzia, ecologia e difesa dei diritti degli animali sono solo alcune delle tante tematiche affrontate in questi 25 anni, a conferma della capacità della soap di offrire allo spettatore uno spaccato della società realistico e in continua evoluzione.

“Un Posto al sole” è interamente prodotto e girato a Napoli e ha visto alternarsi molti attori e attrici di talento, affiancati dai “veterani” che interpretano personaggi storici che fanno parte del cast fin dalle prime stagioni, come ad esempio Patrizio Rispo (Raffaele Giordano), Peppe Zarbo (Franco Boschi), Marzio Honorato (Renato Poggi), Marina Tagliaferri (Giulia Poggi), Luisa Amatucci (Silvia Graziani), Maurizio Aiello (Alberto Palladini), Claudia Ruffo (Angela Poggi), Germano Bellavia (Guido Del Bue), Michelangelo Tommaso (Filippo sartori), Marina Giulia Cavalli (Ornella Bruni), Nina Soldano (Marina Giordano), Riccardo Polizzy Carbonelli (Roberto Ferri). 

Tante sono le “guest star” che hanno partecipato alla soap, tra cui Serena Rossi, Serena Autieri, Cristiana Dell’Anna, Isa Danieli, Greta Scarano, Fabio Fulco, Luca Ward e Ninni Bruschetta.  

Grandi nomi dell’audiovisivo anche tra i registi che negli anni hanno firmato la serie: Gabriele Muccino, Stefano Sollima, Francesco Micciché, Vincenzo Terracciano, Maurizio Simonetti, Lucio Gaudino, Claudio Norza e Francesco Vicario. 

La storia racconta la vita degli abitanti di Palazzo Palladini, situato sulla collina partenopea di Posillipo. Attualmente sono state trasmesse 5.799 puntate.

In 25 anni la soap ha avuto un solo stop di cento giorni a causa della pandemia e del conseguente lockdown nel 2020, ma anche in quel periodo di lontananza dal set gli attori e le attrici di Un Posto al sole sono sempre stati vicini al loro affezionato pubblico, prima con le repliche della stagione 2012, poi con lo spin-off  su RaiPlay “Un po’ sto a casa”.

Trasmessa da Rai Italia in 60 Paesi, dagli Stati Uniti al Canada, dall’Africa all’Asia, è tra le serie italiane più viste e amate nel mondo.

E siccome non c’è modo migliore che far raccontare i personaggi e il set da chi li interpreta ogni giorno, lasciamo la parola ad alcuni dei protagonisti di “Un Posto al Sole” che abbiamo avuto il piacere di intervistare recentemente (grazie alla consueta disponibilità e collaborazione di Stefania Lupi, ufficio stampa della soap):

Copia di GDA_2860

Patrizio Rispo interpreta il mitico portiere di Palazzo Palladini, Raffaele Giordano: “Mi affascinano tutti questi personaggi che hanno avuto la fortuna di essere raccontati per 25 anni da chi ne ha saputo cogliere l’occasione. Abbiamo avuto la possibilità di vivere molti mondi, siamo stati sollecitati a cantare gli aspetti più diversi. Io grazie a Raffaele sono passato dalla tragedia alla passione, dalla commedia alla tenerezza, all’amore, ho rivoluzionato tutto diverse volte, ho fatto vari lavori. Sarebbe auspicabile che questo avvenisse nella vita di ognuno di noi, non solo in quella del personaggio ma per uno curioso come me avere avuto questa opportunità è stato un arricchimento. Ormai non esistono più Raffaele o Patrizio ma c’è questa terza entità. Lui ed io siamo formati dall’unione degli stimoli che abbiamo avuto, quindi non so più cosa sarei stato senza la sua componente. Mi piacciono la curiosità, il candore, l’onestà di Raffaele, è un uomo tutto d’un pezzo ma è anche aperto a mettere in discussione le proprie posizioni, è uno che si lascia educare, è un grande ascoltatore, è sensibile agli umori e alle problematiche degli altri, è una persona socievole e aperta, aspetti che potenzialmente avevo dentro di me e che lui ha fatto emergere con maggiore intensità”.

GDA_9239

Nina Soldano è l’amatissima manager Marina Giordano: “Quando ho iniziato nel 2002 il mio personaggio non era molto amato, piano piano ho cercato di rendere Marina umana e farla diventare l’eroina di tutte le donne. Adesso è adorata da grandi e piccini. La mia grande conquista è aver catturato anche i bambini perché quando mi vedono per strada non hanno paura di me ma desiderano abbracciarmi, venirmi in braccio. Ho vinto una scommessa”.

Marina Tagliaferri e Bricca (1)

Un altro dei personaggi storici della soap è l’assistente sociale Giulia Poggi, interpretata da Marina Tagliaferri: “Quando, come in questo caso, una soap esiste da un quarto di secolo il personaggio acquisisce quella parte invisibile ma presente dell’attore, quindi Giulia e Marina si sono fuse diventando una sola cosa. Ci sono caratteristiche che amo di lei, ma siamo anche diverse per certi aspetti. Giulia è una mamma io invece non lo sono, quindi la parte privata è differente, ma ad esempio quando ha adottato Niko ho studiato la sensazione che io stessa avrei provato se mi fossi trovata in quella situazione. Di Giulia mi piace l’onestà verso gli altri ma soprattutto verso se stessa, è un valore importante che ho sottolineato involontariamente nel personaggio”.

GDA_4929

Alberto Rossi interpreta il giornalista Michele Saviani: “E’ inevitabile che gli autori costruiscano il ruolo anche sull’attore che lo interpreta, sanno come mettere le battute in bocca ai personaggi storici per cui c’è facilità a memorizzare le scene perché sai già cosa andrai a dire rispetto alla storia che stai vivendo. Nel corso degli anni in virtù del lavoro che ho fatto ho regalato a Michele anche alcune mie emozioni. C’è un continuo interscambio tra la scrittura, il personaggio e l’attore”.

Tra le giovani attrici presenti nel cast c’è Giorgia Gianetiempo nel ruolo di Rossella Graziani: “E’ simile a me in quanto è tanto buona e gentile e a volte, quando serve, anche un po’ “cattiva”, ma siamo al contempo molto diverse. Lei per dire una cosa, per confrontarsi con una persona aspetta parecchio tempo, rischia di chiudersi in se stessa per poi affrontare la situazione in modo magari anche più calmo rispetto a me. Inoltre si confida tantissimo con i genitori, anche se ultimamente ha cacciato le unghie anche con loro dopo le esperienze che ha vissuto, ad esempio non ha parlato subito del tradimento da parte di Patrizio (Lorenzo Sarcinelli)”.

GDA_5439

Tra le new entries entrate nel cuore del pubblico c’è Imma Pirone nel ruolo di Clara Curcio: “Ho un bellissimo ricordo del primo giorno sul set, ero molto emozionata anche se conoscevo già diversi attori della soap perché avendo fatto Made in Sud qualche anno prima mi è capitato di incontrarli. Ero agitata ma allo stesso tempo sono stata accolta da una bellissima famiglia e mi sono sentita subito a casa. Un Posto al sole racconta la realtà di tutti i giorni ed è anche per questo che piace al pubblico. Tante donne mi scrivono che si rivedono in Clara e mi fa male pensare che possano vivere sofferenze simili. Io cerco di dare loro dei piccoli consigli. Ho un ottimo rapporto con i miei fan”.

Maurizio Aiello interpreta invece Alberto Palladini: “Dopo dieci anni sono rientrato a Un Posto al sole prima facendo qualche saltuaria comparsa e poi vestendo i panni di Alberto quotidianamente. E’ stato bellissimo tornare sul set e ritrovare colleghi e amici. Siamo una famiglia ed è come se non fossi mai andato via. Del mio personaggio mi piace la sua “stronzaggine”, il suo essere un uomo senza scrupoli”.

IMG_6494

Samuele Cavallo è l’aiuto-chef Samuel Piccirillo: “E’ nato da un provino bizzarro, stavo facendo dei concerti e il mio agente mi ha mandato prima la risposta ad un casting e poi una mail in cui mi diceva che stavano cercando un attore per il ruolo di un cantante aiuto-cuoco ironico e sciupafemmine. Leggendo le caratteristiche del personaggio pensavo fosse uno scherzo derivante da una piccola discussione avvenuta poco prima, perché anch’io nella vita oltre che un attore sono un cantante e poi all’inizio doveva chiamarsi Samuel Cavallo e non Piccirillo e Samuele Cavallo è il mio nome e cognome. Guardando meglio la mail ho visto che c’erano delle scene. Quindi ho chiamato il mio agente chiedendo spiegazioni e lui mi ha detto che non mi stava prendendo in giro e che era una casualità che il personaggio si chiamasse come me, così ho studiato le scene e dopo tre giorni sono andato a Napoli per il provino. Dentro di me ho sognato che questo ruolo andasse in porto per tanti motivi, innanzitutto perché mio padre era un grande appassionato di Un Posto al Sole, faceva il rappresentante e quando la sera tornava dal lavoro negli alberghi in cui alloggiava per prima cosa vedeva la soap. E quando mi hanno comunicato di essere stato preso è stata una gioia immensa. E’ come se si fossero unite tante coincidenze, come se fosse un segno del destino”.

IMG_9269

Antonella Prisco dà il volto alla vigilessa Mariella Altieri: “Il primo giorno sul set mi sono resa conto che stavo entrando in una macchina perfetta perché Un Posto al sole ha dei ritmi serrati, precisi, è un metronomo. Quindi o riuscivo ad ambientarmi tecnicamente in quel meccanismo oppure non avrei potuto far parte della soap. Goliardicamente ti racconto invece un episodio accaduto quando abbiamo girato la prima esterna al Monastero di Santa Chiara, uno tra i luoghi più belli di Napoli. Non conoscevo la troupe e non c’era tempo per fare le presentazioni ufficiali, quindi mi sono avvicinata al set vestita da vigilessa. Mi è venuto incontro un operatore dicendo: “Senta noi abbiamo messo i furgoni lì, per favore non fateci la multa”. Io cercavo di interromperlo per spiegargli che ero un’attrice e non una vera vigilessa, finché è arrivato qualcuno che gli ha detto che ero lì per recitare. E’ stato un momento esilarante”.

upas

Maria Maurigi interpreta la dolce Alex Parisi: “Mi ha colpito la forza che ha il mio personaggio ma che è nascosta dalla sua timidezza, dalla sua apparente fragilità. Ha saputo affrontare il ritorno di suo padre, all’inizio era molto restia nei suoi confronti ma nel corso della storia ha dimostrato grande coraggio e maturità. Ha dovuto trovare la forza anche per infonderla a sua sorella. Questo suo essere mamma nonostante tutte le figure che dovrebbero essere di riferimento per Mia (Ludovica Nasti) mi è piaciuto molto”.

GDA_0068

Cosimo Alberti è il simpatico vigile Salvatore Cerruti: “Il segreto del successo di questa soap così longeva è che il pubblico si immedesima nei personaggi, infatti ci sono ragazzi, bambini, giovani, donne impegnate, sono rappresentate tutte le fasce di età e vengono affrontate tematiche drammatiche e leggere, trasmettendo oltre ai messaggi sociali anche un intrattenimento quotidiano”.

IMG_1931

Giorgio Borghetti è l’imprenditore Fabrizio Rosato: “E’ un uomo complesso, perché ha alle spalle un’adolescenza e una post adolescenza difficili, con la morte del padre e con il rapporto contrastato con lo zio, portandosi dietro un notevole fardello. Ora finalmente questo grande amore con Marina (Nina Soldano) si è concretizzato per la gioia di tanti ma anche per il dispiacere dei fan della coppia Giordano-Ferri. Il modo dignitoso in cui è andato via dopo quello che ha subito e l’altrettanta dignità che ha dimostrato una volta tornato ha fatto sì che Fabrizio abbia ancora più sfaccettature. Sono felice di quello che gli autori hanno scritto e li ringrazio perché mi offrono la possibilità di dare un taglio diverso al personaggio”.

gianetiempo-buzzanca-credit-rai

Massimiliano Buzzanca dà il volto al Dottor Igor Volpicelli: “E’ un chirurgo e docente di Neurologia, un uomo burbero che pretende il meglio dai propri studenti e li prepara alla vita. Per lui lo studio è importante e non vuole avere persone che prendano sottogamba il lavoro di medico attraverso il quale si salvano le vite umane. Esige molto da se stesso e anche dagli altri.  Sono contento che gli autori abbiano trovato il modo di mostrare non solo questo lato di Igor ma anche la sua umanità quando si trova ad affrontare una malattia importante di Filippo, uno dei protagonisti della soap. E’ il medico che tutti vorremmo avere, serio, esigente ma anche capace di parlare con i pazienti”.

IMG-20201218-WA0019

Marine Galstyan dà il volto a Thea Dimitru: “Un Posto al sole è un’istituzione, quindi il primo giorno sul set mi sono venuti i brividi entrando nel palazzo della Rai dove nei diversi piani vedi le location che esistono da parecchi anni. Ho girato una scena e mi sono sentita come Alice nel paese delle meraviglie. Ho trovato colleghe professionali, disponibili e gentili e questo mi ha colpito molto”.

Ed ora spazio ai ricordi di quattro attrici che per diversi anni hanno vissuto il set della soap:  

lucianna de falco

Lucianna De Falco è la vulcanica Dolly Salvetti: “Il set di Un Posto al sole insegna tanto, è un prodotto che raggiunge un pubblico trasversale e va in onda contemporaneamente alla vita delle persone, essendo un real drama. E’ l’unico esperimento di questo tipo ancor oggi in Italia e proprio per questo motivo è tanto amato dagli spettatori. E poi c’è una grande attenzione al sociale, alle problematiche di tutti i giorni. Ho sempre fatto la “guest” perché Dolly non è mai stata un personaggio principale nella soap, ma mi ha dato una certa notorietà e mi ha permesso di entrare nel cuore della gente tanto che negli anni in cui non ho recitato in Un posto al sole ma in altre serie tv e film le persone facevano sempre riferimento a quel ruolo”.

9.Greta Scarano, © Fabrizio de Blasio-DSCF0435

Greta Scarano ha interpretato Sabrina Guarini: “Ho un bellissimo ricordo di “Un Posto al Sole” perché è stato il mio primo vero lavoro che mi ha portato fuori casa e io avevo sempre avuto il desiderio di essere indipendente. Per un attore giovane è una palestra incredibile perché sei messo in una condizione di imparare velocemente in quanto è una macchina da guerra, fanno tanto minutaggio ogni giorno e gli interpreti devono essere sempre molto preparati. Ho rinunciato ad andare al Centro Sperimentale perché mi avevano preso a Un Posto al sole e lì ho appreso le basi del mio lavoro. In questa soap hanno lavorato Sorrentino, Sollima e tanti grandissimi attori e quelli attuali sono tutti bravissimi. E’ un’esperienza estremamente formativa che sono davvero felice di aver fatto”.

eugenioviola

Ilenia Lazzarin ha dato il volto a Viola Bruni: “Era un personaggio molto simile a me all’inizio, poi si è evoluto nel suo carattere. L’ambiente di lavoro è molto confortevole, sia per quanto riguarda i colleghi che la troupe, le storie sono avvincenti e stimolanti. Potrei interpretare Viola a vita”.

1600x900_1615385152133_2021.03.10 - Serena Rossi Canzone segreta

Serena Rossi ha interpretato per sei anni Carmen Catalano: “E’ stata come una famiglia. Lì sono diventata maggiorenne, mi sono diplomata mentre facevo Un Posto al Sole, mi accompagnava mio papà sul set perché ero minorenne… Sono entrata ragazzina e sono uscita giovane donna. Sono stati sei anni importanti, è stato un trampolino sia a livello professionale, sia umano perché si sono creati dei rapporti che vanno avanti nel tempo” (intervista realizzata nel 2013 per il giornale Il Popolo Veneto: https://ilpopoloveneto.blogspot.com/2013/12/intervista-esclusiva-con-serena-rossi.html).

A Un Posto al sole, ai suoi interpreti e a tutti coloro che lavorano a questa meravigliosa soap auguriamo tanti altri anni di grande successo e di continuare sempre a farci sognare, emozionare, sorridere, riflettere.

a cura di Francesca Monti

 

Qui potete leggere le interviste realizzate con attori e attrici che recitano o hanno recitato nel corso di questi 25 anni in “Un Posto al Sole”:

Intervista con Patrizio Rispo, amatissimo protagonista di “Un Posto al sole”: “Mi piacciono la curiosità, il candore, l’onestà di Raffaele Giordano”

Intervista con Nina Soldano, amatissima protagonista della soap Un Posto al Sole: “Marina Giordano è l’eroina di tutte le donne, è una sorta di Spider-Woman”

Intervista con Marina Tagliaferri, protagonista di “Un Posto al Sole”: “Mi piace l’onestà di Giulia Poggi, verso gli altri ma soprattutto verso se stessa”

UN POSTO AL SOLE – INTERVISTA CON GIORGIO BORGHETTI: “Fabrizio Rosato sarà una presenza importante per Marina e la loro unione sarà ancora più forte”

Intervista con Alberto Rossi, protagonista di “Un Posto al Sole”: “Nel corso degli anni ho regalato a Michele Saviani alcune mie emozioni. C’è un continuo interscambio tra la scrittura, il personaggio e l’attore”

UN POSTO AL SOLE – Intervista con Giorgia Gianetiempo: “Rossella è simile a me in quanto è buona e gentile. In futuro sogno di recitare in un musical”

UN POSTO AL SOLE – INTERVISTA CON IMMA PIRONE: “Sono una ragazza semplice e una grande lavoratrice, proprio come Clara”

Intervista con Samuele Cavallo che in Un Posto al Sole interpreta l’aiuto-cuoco Samuel Piccirillo: “Mi sono sentito a casa fin dal primo giorno sul set della soap”

Intervista con Antonella Prisco che in “Un Posto al sole” interpreta Mariella Altieri: “Mi piacciono la sua semplicità e il coraggio che ha nel mostrare i propri sentimenti”

Intervista con Maria Maurigi, protagonista di “Un Posto al sole”: “Mi piace la forza di Alex, nascosta dalla sua timidezza e dalla sua apparente fragilità”

Intervista con Cosimo Alberti, protagonista della soap Un Posto al Sole: “Salvatore Cerruti è un ingenuo, un sognatore, che deve ancora difendersi dalle angherie del padre”

Intervista con Marine Galstyan, che nella soap “Un Posto al sole” interpreta Thea Dimitru: “Per me la gentilezza è un segno di grande apertura mentale”

UN POSTO AL SOLE – Intervista con Massimiliano Buzzanca: “Igor Volpicelli è il medico che tutti vorremmo avere”

“VORREI CHE FOSSE GIA’ DOMANI”: INTERVISTA CON GLI AUTORI MIRIAM CANDURRO E MASSIMO CACCIAPUOTI

Intervista con Lucianna De Falco: il corto “L’attesa”, lo spettacolo “Fu Lumena” e il ritorno a “Un Posto al sole” dopo dodici anni

Intervista con Maurizio Aiello, tra i protagonisti della soap Un Posto al sole

Intervista con Clotilde Sabatino, tra gli interpreti della serie evento “L’amica geniale – Storia del nuovo cognome”: “Un’attrice deve sempre mettersi in gioco e non smettere mai di studiare”

Intervista con Isa Danieli ed Enrico Ianniello, straordinari protagonisti dello spettacolo teatrale “Giacomino e Mammà”

Intervista con Maximilian Nisi: a teatro con “Un autunno di fuoco”, la passione per Shakespeare e una serata dedicata a Beethoven

Intervista con Paolo Romano, in scena al Teatro Quirino di Roma con “Arsenico e vecchi merletti”: “E’ uno spettacolo geniale con vari piani di lettura”

Intervista con Ilenia Lazzarin: “Mi diverto molto a condurre Il contadino cerca moglie”

Intervista con Greta Scarano, protagonista della serie “Chiamami Ancora Amore”: “Essere liberi significa condividere la propria verità”

“Scomparsa” – Intervista con Luigi Di Fiore: “Per interpretare Fausto mi sono ispirato a un uomo d’altri tempi”

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...